Home / Cultura / Affacciati alla Finestra Villafranca mia!
Affacciati alla Finestra Villafranca mia!

Affacciati alla Finestra Villafranca mia!

Continuano gli appuntamenti promossi dalla Consulta Giovanile di Villafranca Tirrena, che dopo l’incontro con il Sindaco Matteo De Marco e l’Assessore alla Cultura, alle Politiche Giovanili e ai Servizi Sociali Antonino Costa, punta i riflettori su Davide Saporita e Monica Mancuso, promotori locali dell’iniziativa Affacciati alla finestra Villafranca mia, che prende le mosse dal movimento nazionale di flash mob sui balconi, per accompagnare la quarantena degli italiani “ai tempi del coronavirus”.

Di concerto con il Presidente della Consulta Gabriele Maimone, a promuovere e presentare l’intervista è stato il Delegato alla Cultura Antonino Mangano, che spiega che «è fondamentale promuovere ogni manifestazione dell’arte in questi tempi. In tutta Italia gli incontri – seppure in modalità alternative – continuano, segno che la quarantena, l’immobilità, stanno strette e che la cultura non vuole farsi frenare neanche da un virus», per poi riassumere con: «Insomma, un segno di forza, un messaggio di resistenza di una nazione che, ancora una volta, solo la cultura riesce a veicolare e catalizzare».

La musica diviene quasi una cura contro l’isolamento forzato e il “bombardamento mediatico” di tragiche notizie di cui i media ci tengono aggiornati quotidianamente. A ribadirlo sono stati anche Davide e Monica, che hanno tenuto ad aggiungere: «La musica non è un fattore soltanto terapeutico, perché rappresenta anche un canale importante per esprimere emozioni. Questi appuntamenti non sono momenti per fare festa, però possono essere mezzi per intrattenere, o incanalare e lenire la tristezza». Infatti sottolineano che «La musica è un linguaggio a tutti gli effetti, dimostrando varie sfaccettature con cui si manifesta. E in più, in quanto linguaggio, aiuta a condividere spazi, tempi, a creare un legame tra le persone».

Il movimento sta infatti coinvolgendo sempre più villafranchesi, che si danno appuntamento alle 18.00 di ogni giorno, condividendo momenti di aggregazione alternativi e postandoli sul gruppo Facebook apposito. Non si sa quali saranno gli sviluppi di questo movimento una volta che l’emergenza COVID19 sarà rientrata, ma si può essere sicuri che il messaggio e il sostegno emotivo che questa iniziativa riesce a dare ai cittadini villafranchesi è sicuramente di inestimabile valore umano, ancor prima che culturale.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su