Breaking News
Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Incendi Messina, Biancuzzo chiede lo stato di calamità
Incendi Messina, Biancuzzo chiede lo stato di calamità

Incendi Messina, Biancuzzo chiede lo stato di calamità

A seguito del “pauroso incendio propagatosi ieri 16 maggio 2020” nelle località Spartà, Acqualadrone, Corsari, Lavina, Massa, ad esprimersi è il consigliere della VI Circoscrizione, Mario Biancuzzo, con una nota indirizzata al Prefetto Maria Carmela Librizzi, al sindaco di Messina, Cateno De Luca, ed al Presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. Un evento che, a detta del consigliere, “resterà scritto nella storia“. E chiede lo stato di calamità per la Riviera Nord.

Lo stesso identico si era propagato il 30 giugno 2017. – dice – Anche in questo caso lo chiamerò il “Mostro Arrivato dalle Colline”. L’incendio è arrivato a ridosso dall’abitato di Acqualadrone. Questa mattina, ho accertato portandomi sui luoghi i danni immensi. Le alte fiamme spinte dalla furia del venti sciroccali, provenienti dalle montagne. Dappertutto devastazione con gravi danni nel territorio“.

Le bellissime montagne e le campagne coltivate completamente divorate dal fuoco. – racconta rammaricato il consigliere – Un grazie va a tutte le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco sono presenti nel villaggio Acqualadrone dove le fiamme minacciano l’abitato“.

Ringrazio l’operatore di turno della Polizia municipaleprosegue – che ha risposto immediatamente al telefono. Successivamente, mi ha riferito che probabilmente interverranno i canadair per aiutare a spegnere le fiamme”.

L’aria è irrespirabile, fumo nero e pericoloso avvolgeva il cielo. – conclude – Con la presente, chiedo che venga nominata una commissione di ingegneri professionisti per accertare i danni immensi e risarcire tutte le persone che hanno subito danni in modo grave e visibile“. Conclude così il consigliere Mario Biancuzzo a seguito del suo sopralluogo di stamane.

incendio di stanotte nel Messinese
Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su