Home / Cultura / Coronavirus, notte prima degli esami: al via domani la maturità
Coronavirus, notte prima degli esami: al via domani la maturità

Coronavirus, notte prima degli esami: al via domani la maturità

A riaprire le scuole, dopo circa quattro mesi, l’esame di Maturità. E mentre si attende l’ipotetico ritorno nelle aule il 14 settembre, ecco come verrà gestito, domani mercoledì 17 giugno, l’esame di Stato in Era post COVID-19.

Per la prima volta, gli studenti con insufficienze verranno ammessi alla sessione e i docenti saranno tutti interni ad eccezione del presidente. Iniziamo con queste premesse le prove generali con le nuove regole decise per gestire l’emergenza sanitaria. Inoltre, è previsto soltanto il colloquio orale.

Nella prima fase, a riunirsi è stata la Commissione d’esame. La riunione plenaria, composta da 6 docenti tutti interni più il presidente esterno, incaricato dal Ministero. Il collegio si è occupato di estrarre la lettera della classe e dei cognomi di chi farà per primo l’esame; poi, il calendario dei colloqui (cinque al giorno).

Obbligo di mascherina per i commissari, a differenza dei maturandi, i quali, durante il colloquio, potranno abbassare il DPI mantenendo un distanziamento di due metri dagli esaminandi, architetto le regole fissate dal Comitato Tecnico Scientifico

Si allungano i colloqui. In circa 60 minuti, si dovrà procedere a: presentazione di un elaborato dallo studente, consegnato per e-mail entro il 13 giugno e assegnato dai docenti entro il 1 giugno, che riguarda le discipline della seconda prova scritta; analisi di un testo di letteratura italiana tra quelli studiati nel corso dell’anno in sostituzione della prima prova scritta; discussione multidisciplinare sui materiali predisposti dalla commissione.

Infine, una relazione sulle esperienze vissute dallo studente durante il tirocinio dei PCTO (“Percorsi per Competenze trasversali e l’orientamento” ex alternanza scuola-lavoro) e per ultimo il candidato dovrà rispondere ad una serie di domande su Cittadinanza e Costituzione che potrebbe, su richiesta della ministra Azzolina, anche riguardare come lo studente ha vissuto il lockdown.

È ammesso un solo accompagnatore. Questo vuol dire che soltanto un genitore ora assistere all’esame. Per accedere nei locali scolastici, si dovrà esibire un’autodichiarazione in cui risulti lo stato di salute, di non essere in quarantena e di avere una temperatura inferiore ai 37,5°. All’ingresso non sarà rilevata la temperatura corporea.

Guanti non obbligatori. Le scuole dovranno predisporre gel igienizzanti. Per evitare gli assembramenti, i maturandi dovranno presentarsi 15 minuti (e non oltre) prima dell’esame orale e dovranno andar via una volta compiuto il colloquio.

Altra novità, i crediti che saranno fino a 60 e fino a 40 per l’orale. Il voto massimo finale rimane invariato, ossia 100 su 100 ma si potrà ottenere la lode.

Foto: ilMeteo

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su