Breaking News
Home / Cronaca / Scomparsa di Viviana Parisi e del piccolo Gioele: riunione in prefettura
Scomparsa di Viviana Parisi e del piccolo Gioele: riunione in prefettura

Scomparsa di Viviana Parisi e del piccolo Gioele: riunione in prefettura

Continuano senza sosta le ricerche della di Viviana Parisi e del figlio Gioele, di cui non si hanno più notizie dalla mattinata di lunedì. Ieri mattina si è svolta nella sala di Protezione Civile della Prefettura di Messina una riunione finalizzata a definire lo stato attuale delle ricerche della Sig.ra Viviana Parisi, classe 1977, e del figlio minore M. G., di anni quattro, dei quali non si hanno più notizie dalla mattinata di alcuni giorni fa quando, a seguito di un incidente in cui è stato coinvolto il veicolo condotto dalla Sig.ra Parisi sull’autostrada A/20, in corrispondenza della località Torre del Lauro del Comune di Caronia, la stessa insieme al figlio ha fatto perdere le proprie tracce abbandonando l’autovettura, all’interno della quale sono stati rinvenuti i documenti e gli effetti personali. All’appuntamento, presieduto dal Vice Prefetto Vicario, dr.ssa Maria Carolina Ippolito, hanno partecipato rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale dell’Arma dei Militari dell’arma, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale Regionale, della Città Metropolitana e della locale Sezione di Polizia Stradale. In tale sede, il Vice Prefetto Vicario, nell’ambito delle funzioni di coordinamento delle operazioni di ricerca demandate alla Prefettura, ha fatto il punto delle attività poste in essere per il rintraccio di madre e figlio. In particolare, a seguito dell’attivazione del Piano provinciale di intervento per la ricerca di persone scomparse, i Vigili del Fuoco di Messina, previa attivazione del Posto di Comando Avanzato, hanno utilizzato quindici unità di personale, comprese due squadre cinofile, una squadra operativa e un’unità di comando locale su autofurgone UCL. E’ stato pure più volte effettuato il sorvolo dell’area interessata tramite un elicottero e due droni. Nel contempo personale delle Forze di Polizia, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, ha assicurato l’attività di controllo del territorio, perlustrando I tragitti principale e secondari che i due scomparsi avrebbero potuto percorrere, senza escludere ispezioni a ruderi e casolari abbandonati. Le attività di ricerca sono iniziate nel primo pomeriggio di alcuni giorni fa e sono proseguite lungo tutta la lungo il territorio perimetrale del chilometro 117 dell’autostrada A/20, luogo in cui si è accertato il incidente, con la partecipazione di personale del Corpo Forestale Regionale mediante unità di terra, di pattuglie dell’Arma dei Militari dell’arma, della Polizia Stradale e della Polizia Municipale di Caronia. Nel corso della riunione è stato individuato, fra le ulteriori iniziative da intraprendere, il coinvolgimento delle Associazioni di volontariato di protezione civile al fine di coprire un più ampio raggio di territorio in tempi più stringenti.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su