Breaking News
Home / Cronaca / Locale / Pedaggio Ponte Gallo, Biancuzzo al Prefetto: “Troppi disagi”
Pedaggio Ponte Gallo, Biancuzzo al Prefetto: “Troppi disagi”

Pedaggio Ponte Gallo, Biancuzzo al Prefetto: “Troppi disagi”

Diamo seguito al suo ricevimento e procediamo a pubblicare la nota che il consigliere Mario Biancuzzo ha inviato alla nostra redazione.

Il sottoscritto Mario Biancuzzo in qualità di Consigliere VI Circoscrizione Comune di Messina, a seguito delle tantissime segnalazioni e lagnanze ricevute, relative agli innumerevoli disagi registrati da giorni da tanti concittadini, intrappolati nel traffico autostradale che non è più fluido, né agevole, ma cagionevole di pericoli, interminabili file, con blocchi viari inspiegabilmente non gestiti né attenzionati, ritiene di doversi far portavoce delle seguenti problematiche.

Considerata la petizione dell’anno 2017 sottoscritta da 10mila firmatari volta all’eliminazione del pedaggio, ricadente nel Comune di Messina denominato erroneamente o volutamente Villafranca Tirrena, attualmente inevasa e non accolta da nessun Ente locale-istituzionale, e pertanto inoltrata per competenza al Senato della Repubblica, per essere sottoposta all’esame e alla valutazione dell’iter legislativo ai sensi dell’articolo 141 del regolamento del Senato; accertata l’emergenza viaria dovuta ai disagi per le lunghissime code lungo l’intero tratto della tangenziale autostradale che va dallo svincolo di Giostra fino alla bretella di Ponte Gallo, casello ubicato interamente nel territorio di Messina.

Chiede a Sua Eccellenza intervento urgente per pianificare tutte le strategie del caso per ovviare i grandi disagi causati dal traffico caotico e incontrollato lungo il tratto autostradale; intervenire sugli enti competenti del tratto autostradale – tangenziale per ripristinare le condizioni di sicurezza e regolare viabilità per tutelare la pubblica incolumità.

Nelle more dei lavori della Commissione del Senato, difendere e accogliere le ragioni reclamate dalla petizione ad oggi negati e non salvaguardati; adoperarsi a livello locale e centrale per le gravi condizioni sofferte ed aggravate per la strutturale arretratezza e carenza di infrastrutture locali; promuovere e supportare per il proprio ruolo e competenza l’accoglimento della petizione con abolizione permanente e definitiva del pedaggio autostradale, diventato sempre più una beffa a danno del cittadino discriminato e stranamente pagante per transitare in un determinato quartiere cioè il VI appartenete allo stesso comune della città di Messina.

Quindi per le ragioni brevemente esposte, il sottoscritto richiede un incontro con S. E. al fine di rappresentarLe la necessità di attivare un tavolo tecnico e qualsivoglia azione in sinergia con gli Enti Locali e centrali, per affrontare e risolvere le criticità esposte, evidenziando di essere un volenteroso cittadino che crede fermamente nel ruolo ricoperto di consigliere del VI Quartiere, promotore della petizione citata tanto sentita, di cui mi onoro di rappresentare e sposarne gli interessi.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su