Breaking News
Home / Politica / Esplode la protesta degli imprenditori nelle piazze siciliane
Esplode la protesta degli imprenditori nelle piazze siciliane

Esplode la protesta degli imprenditori nelle piazze siciliane

Una serie di manifestazioni contro le strette del governo, atte a fronteggiare l’emergenza covid, scuote l’Italia e in particolar modo la Sicilia. Messina, Palermo e Catania sono state protagoniste di manifestazioni e marce spontanee che hanno visto in prima linea i commercianti e i piccoli imprenditori con le associazioni di categorie vere “vittime” di quest’ultimo DPCM.

Scalpore ha fatto la marcia sulla prefettura di Messina del sindaco Cateno De Luca , che intervenuto ad una manifestazione organizzata dal movimento RESET+, ha invitato tutti i presenti a ribellarsi al coprifuoco emanato da un’ordinanza del governatore Musumeci.

Un lungo corteo non autorizzato, che ha colto impreparate anche le forze dell’ordine presenti, è improvvisamente partito dalla piazza del municipio di Messina fino alla prefettura, dove il sindaco ed esponenti del mondo dell’imprenditoria sono stati alla fine ricevuti dal prefetto.

Fortunatamente la manifestazione si è sciolta pacificamente e non sono avvenuti ne scontri ne tafferugli, mentre invece la vicenda sembra avere delle importanti ripercussioni sul piano politico e giudiziario.

In una nota congiunta, i deputati e componenti della segreteria nazionale del Partito Democratico Carmelo Miceli, Emanuele Fiano e Dario Parrini, senatore Dem, presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato, hanno dichiarato: “Denunciamo Cateno De Luca per Istigazione a disobbedire alle leggi“.


A Palermo invece, in una manifestazione nata dal tam-tam mediatico tra imprenditori della movida, lo spontaneo corteo ha visto infiltrarsi, durante il suo pacifico svolgimento, elementi di Forza Nuova e dei No Mask.

La protesta arrivata davanti alla presidenza della regione, si è poi spenta in maniera tranquilla grazie anche alla massiccia presenza di forze dell’ordine.

Attimi di tensione a Catania, dove durante una manifestazione organizzata da imprenditori della movida locale, due bombe carta sono esplose davanti la prefettura senza causare danni a cose o persone. Anche qui, la folta presenza di forze dell’ordine ha scongiurato i disordini e i tafferugli che si sono creati tra i gruppi di manifestanti.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su