Breaking News
Home / Cronaca / Coronavirus a Rometta: la preoccupazione del sindaco per 17 positivi ai tamponi molecolari
Coronavirus a Rometta: la preoccupazione del sindaco per 17 positivi ai tamponi molecolari

Coronavirus a Rometta: la preoccupazione del sindaco per 17 positivi ai tamponi molecolari

E’ forte apprensione a Rometta, in provincia di Messina, per la presenza di 17 persone risultate positive ai tamponi molecolari.
Lo rende noto il sindaco Nicola Merlino sulla propria pagina Facebook personale.

«Devo purtroppo comunicare che l’Usca Peloritani ha comunicato che i tamponi molecolari, eseguiti su cittadini di Rometta Superiore, hanno dato conferma con esito positivo su ben 17 soggetti. Ciò fa supporre che i positivi siano ancora più numerosi.
Nei prossimi giorni verranno eseguiti i tamponi su tutti i ragazzi e sui nuclei familiari degli stessi. I vigili urbani ed i carabinieri svolgeranno un controllo rigoroso affinché i protocolli comportamentali siano rispettati da parte di tutti. E’ indispensabile essere particolarmente rigorosi nel tenere i previsti comportamenti atti ad evitare il diffondersi dei contagi, cercando di tutelare in modo particolare e rigoroso anziani e soggetti fragili. Con rigore e cautela da parte di tutti in tempi celeri riusciremo a uscire dalla difficile situazione in cui siamo venuti a trovarci. Qualsiasi comunicazione, come sempre, verrà resa nota.»

Il sindaco Merlino raccomanda, inoltre, in questo momento particolare il massimo rigore nel rispetto delle regole in tema di emergenza sanitaria.

«Prego tutti i miei concittadini, abitanti a Rometta centro e frazioni collinari, ad uscire esclusivamente nei soli casi necessari ed a farlo rispettando il distanziamento interpersonale ed il rigoroso uso delle mascherine. Nessun assembramento e laviamoci ripetutamente ed in modo approfondito le mani. Nell’attesa dei provvedimenti che stiamo elaborando, confido in tutti voi. Tutti insieme in 15 giorni saremo fuori da questa brutta situazione.»

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su