Breaking News
Home / Società / “isamupubbirazzu” pulisce Messina: “Basta munnizza”
“isamupubbirazzu” pulisce Messina: “Basta munnizza”

“isamupubbirazzu” pulisce Messina: “Basta munnizza”

Contagiare tutta Messina con il virus… dell’Educazione civica è lo slogan dell’associazione dall’originale, ma significativo, nome “#isamupubbirazzu“. Liberare Messina dai rifiuti, promuovere il senso di civiltà e di appartenenza al territorio è la triplice azione svolta dai volontari e del loro presidente. Da due anni a questa parte, viene promossa una sequela senza fine di eventi di pulizia pubblica in città.

Instancabile l’impegno speso dai volontari, che hanno cambiato il volto di Villaggio U.N.R.R.A. CASAS, cui hanno restituito decoro e eseguendo una non semplice pulizia in luogo del vecchio, “incallito” nel degrado favorito dalla solita, incurabile incuria. Gli interventi si svolgono in collaborazione con il Comune di Messina ed il II Quartiere. Supporto logistico offerto da MessinaServizi Bene Comune, che procura il materiale necessario a rimettere a nuovo aiuole, strade e piazze della città.

#isamupubbirazzu” nasce nel 2018 da un’idea di Alessandro Brigandì, che avevafatto rientro a Messina dopo oltre un ventennio trascorso al Nord per motivi di lavoro. “Vedere le strade sporche non poteva lasciarci indifferenti è, da cittadini, abbiamo sentito il dovere di intervenire per ripulire il nostro quartiere, tirandoci su le maniche e mettendoci faccia e muscoli.” È il racconto, a ritroso nel tempo di Brigandì.

L’associazione vive grazie alla vendita di felpe e di magliette con il proprio logo, così autofinanziandosi. “Siamo cittadini normali, che nel tempo libero si prodigano per il territorio. Nel nostro piccolo, cerchiamo di rendere più pulita e vivibile la nostra città, ma molto dipende dai nostri concittadini. Spesso, l’ostacolo principale è la mancanza di educazione e senso civico. Abbiamo deciso di metterci in gioco e vedere i frutti del nostro lavoro ci riempie di orgoglio e soddisfazione. Gli anni che ho trascorso al Nord mi hanno dato consapevolezza del fatto che trovare una strada pulita ti induce a rispettare di più le regole di educazione civica”.

L’obiettivo è anche quello di incrementare gli interventi di pulizia a Messina e di estenderli anche oltre i confini cittadini, nel rispetto delle norme anti-covid e coinvolgendo tutti i cittadini nell’opera portata avanti dall’associazione. Si punta anche all’abbellimento di Messina, da Nord a Sud, in particolare degli spazi verdi urbani dedicati ai bambini e agli anziani. “Il nostro non è un lavoro straordinario. – spiega il presidente – Per noi è normale che i cittadini collaborino per mantenere pulita la città”.

L’invito a partecipare alle iniziative è rivolto a tutti: Chiunque può unirsi a noi, contribuendo anche economicamente alla nostra causa, ad esempio finanziando i nostri interventi di pulizia pubblica. La nostra è un’azione di protesta contro la mentalità arrendevole dei cittadini, rassegnati al fatto che nulla possa cambiare, che sia normale che le nostre strade debbano essere stracolme di erbacce. Per questo riteniamo che la collaborazione di tutti sia fondamentale”.

Il prossimo evento è fissato per venerdì, 4 dicembre, alle ore 08:00. “Interverremo – anticipa Brigandìpresso la piazzetta antistante l’ex scalo ferroviario al Villaggio U.N.R.R.A.CASAS. Ci occuperemo della pulizia e abbelliremo le aiuole con addobbi natalizi. Confidiamo nella partecipazione di tutti! – conclude – #isamupubbirazzu è anche presente sui social. Seguiteci!

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su