Breaking News
Home / Politica / Comune / Capodanno Saponara, il sindaco Vinci: “Trentuno dicembre duemilaventi”
Capodanno Saponara, il sindaco Vinci: “Trentuno dicembre duemilaventi”

Capodanno Saponara, il sindaco Vinci: “Trentuno dicembre duemilaventi”

“TRENTUNO DICEMBRE DUEMILAVENTI. Desidero che questa data sia scandita, sillaba dopo sillaba, affinché tutti possiamo avere la certezza che, finalmente, quest’anno infausto, stia volgendo al termine.”
Con queste parole il Sindaco Fabio Vinci si rivolge alla sua comunità con un post pubblicato sul proprio profilo Facebook personale.

Certo, ciò non significa assolutamente – continua Vinci – che si cancellino tutte le difficoltà e le criticità che ci assillano giorno dopo giorno, ora dopo ora, minuto dopo minuto. Non è certamente un mero cambio numerico che ci garantisce un cambiamento nelle cose, ma è semplicemente che lo scandire del tempo ci dà modo di tentare, almeno mentalmente, di ripartire con rinnovato vigore, con una forza di reazione che, tradotta in programmazione, restituisca a noi tutti almeno la speranza.
È stato un anno durissimo, difficile, impegnativo, devastante da un punto di vista sociale ed economico, doloroso in quanto coincidente con delle gravi perdite in termini di vite umane.
Ma il nostro impegno di amministratori, il mio personale impegno di Sindaco ho fatto in modo che mai venisse meno, dando piena attuazione a ciò che un “giuramento” e la “fascia” che con onore indosso siano stati onorati in tutte le mie manifestazioni, senza farmi condizionare dalla paura nell’assumere una decisione difficile, nell’affrontare con forza e coraggio, e con l’aiuto di Voi cari concittadini, i momenti più difficili e impegnativi, evitando di cadere in sterili provocazioni o ragionamenti filosofici che nulla portano in termini di crescita.
L’emergenza del covid, nonostante tutto, non ha fermato l’attività amministrativa giornaliera, che con un lavoro incessante, fatto anche di sacrifici personali, mi ha permesso di ottenere tante risorse in termini di investimenti per il nostro amato territorio, operazioni finanziarie e progettuali che serviranno nel prossimo futuro a sanare anche le nostre antiche e recenti ferite.
Ore su ore trascorse all’interno della casa comunale, decine e decine di persone incontrate, chilometri su chilometri sommati per continui viaggi verso il nostro capoluogo di Regione e non solo, ma tutto ciò non con il cappello in mano, alla ricerca di elemosine, ma con progetti validi, con idee trasformate in opportunità molto spesso nemmeno conosciute, in quanto nascoste tra le carte della nostra disastrata burocrazia. È stata capacità nostra intercettare tali risorse, e capacità dei nostri uffici e dei nostri tecnici di fiducia portare a compimento importantissimi obiettivi, e tanti altri saranno raggiunti nei mesi a venire del nuovo anno.
Ricordo a me stesso, ma voglio ricordarlo a Voi concittadini, che tutto ciò io, la mia Amministrazione, ma anche i consiglieri comunali, lo facciamo senza percepire, per scelta, alcuna indennità, ma nel pieno spirito di servizio che fa della politica, quella vera, una missione dedicata con amore alla propria terra e ai propri Concittadini.
Non mi piace parlare di beneficenza o di altre forme di pubblicità stucchevole che spesso sono sbandierate più per pavoneggiarsi che per vera convinzione, ma sono felice che le somme che semestralmente mettiamo da parte possano essere destinate a favore delle emergenze più pressanti che colpiscono anche noi, soprattutto in questo anno così sventurato.
Il mio augurio per il prossimo anno 2021 non può che essere legato alla fine di questa triste emergenza che ha colpito il cuore, il fisico e la mente di tutti noi, aumentando quei disagi che già assillavano tante nostre realtà.
Bisogna avere la forza di ritrovarci già all’interno delle nostre famiglie, per poi impegnarci nella ricostruzione del nostro quotidiano, della nostra vita, dei nostri rapporti sociali, senza tralasciare tutte quelle precauzioni che ci faranno vincere questo periodo così buio.

Buon anno ai miei assessori, buon anno a tutti i consiglieri comunali, buon anno a tutti gli impiegati del nostro Comune, buon anno a tutti i collaboratori esterni che ci hanno aiutato nello svolgimento delle nostre funzioni, e infine buon anno a tutti Voi cari concittadini, il Vostro affetto e la Vostra vicinanza sono stati e saranno determinanti per le sfide future che ci attendono, ma dobbiamo essere consapevoli che restare uniti sarà il più grande antidoto per un futuro luminoso.
Auguri. Buon anno 2021. – conclude -“

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su