Breaking News
Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Tepore di gennaio in riva allo Stretto? Vediamo quando e come
Tepore di gennaio in riva allo Stretto? Vediamo quando e come

Tepore di gennaio in riva allo Stretto? Vediamo quando e come

Cari amici, le correnti da ovest hanno portato finora il tipico tempo atlantico sulla Sicilia: venti di scirocco, libeccio e ostro seguiti da un fresco ponente/maestrale con piogge intense e neve sulle vette, occasionalmente anche a Floresta e nella vicina Gambarie; poi di nuovo venti africani e di nuovo piogge intense con rinfrescate. Con un Atlantico così attivo, difficilmente cambierà la “suonata”: e così anche nel weekend, dopo un periodo mite e sciroccoso tra mercoledì 6 gennaio e venerdì 8 gennaio, con umidità elevata specie la notte, cielo lattiginoso e Tirreno poco mosso(meno lo Stretto e lo Jonio, più increspati), ecco che nel weekend un ancor più tiepido libeccio sospingerà una massa di aria davvero calda per il periodo, con isoterme oltre i 15 gradi a 850 Hpa(1500 metri). La città di Messina potrebbe, in caso di cieli sereni e aria secca(in quel caso però ci vorrebbe un sud-ovest pieno e non un sud-sudovest), raggiungere e superare i venti gradi, e così diversi centri tirrenici, da Milazzo a Brolo a Capo D’Orlando. Di notte ovviamente ci sarebbe una leggera rinfrescata, ma sempre nell’ordine di temperature sopra la media: scenderemo difficilmente sotto i 13-14 gradi. Niente di eccezionale: sono cose già accadute nel non lontano gennaio 2018, appena tre anni fa. Al tepore seguirà una poderosa rinfrescata la prossima settimana, col ritorno della neve copiosa su Floresta e le cime di Nebrodi e Peloritani e piogge con temperature attorno ai 10 gradi sulla costa. Un inverno tipicamente dominato dall’ovest, con una Russia ancora lontana dal sovraneggiare, anche temporaneamente, il clima del sud Italia.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su