Breaking News
Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Neve a Messina durante il lockdown? Piedi per terra e occhio alla “legge della persistenza”
Neve a Messina durante il lockdown? Piedi per terra e occhio alla “legge della persistenza”

Neve a Messina durante il lockdown? Piedi per terra e occhio alla “legge della persistenza”

Cari amici,

ci troviamo di fronte a un tipico inverno nord-atlantico, talora con “eccessi meteo” in termini di nevosità come è avvenuto con Madrid sommersa dalla dama o “ritorni alla normalità” come le nevicate padane di Dicembre. E sullo Stretto? Molti sperano che come nel 2014 e nel 2017 possano esservi sorprese nevose, stante il freddo che in Russia ha raggiunto punte ragguardevoli: ed è da lì che parte il vero gelo per il sud Italia. Ma andiamo con ordine. Da martedì 12 a venerdì 15 gennaio 2021 arriveranno correnti fredde e umide di matrice nord Atlantica, con venti occidentali, piogge sparse e intermittenti, talora intense, e neve sopra i 700-1000 metri nei momenti più freddi della perturbazione(nella foto rovesci di graupel in Puglia, tipici di questa massa d’aria, fonte Supermeteo). Nel weekend saremo marginalmente interessati da una massa di aria freddissima di origine russa, dunque gelida in origine(pellicolare); se apporterà nevicate a bassa quota o se verrà ridimensionata lo vedremo, per il momento non sembrano esserci condizioni per precipitazioni intense o durature, bensì freddo secco. La “legge della persistenza” suggerisce che non è detto che persino queste correnti, così come quelle atlantiche, possano improvvisamente prendere la via dell’Europa Occidentale, Spagna in primis, lasciando il meridione italiano a bocca asciutta e solo con un freddo marginale. Seguiamo con prudenza gli aggiornamenti.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su