Breaking News
Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Neve sullo Stretto lunedì: fake news o verità?
Neve sullo Stretto lunedì: fake news o verità?

Neve sullo Stretto lunedì: fake news o verità?

Cari amici, è uno strano inverno quello che viviamo. Pronto a regalarci spesso temperature molto miti, se non calde sulla Sicilia tirrenica. Adesso è il turno del gelo, che piomberà dalle steppe siberiane domenica 14 febbraio. Oggi 13 febbraio avremo tempo via via più perturbato con piogge sparse, maestrale e neve attorno ai 1300 m, in calo a 1000 entro la serata. Domenica la neve farà capolino a quote basso montane(5-600 m), mentre i venti si disporranno da nord. Vi saranno delle schiarite tra un fronte e l’altro, non siamo infatti noi il bersaglio di questa perturbazione come nel 2014 ma l’area tra lo Jonio e la Grecia. Nel pomeriggio domenicale la quota neve calerà a 400 m, mentre in serata non si escludono, sospinti dai forti venti di tramontana, fiocchi anche sul litorale misti a pioggia. Lunedì 15 mattina stesso scenario con freddo intenso e variabilità(4/8 gradi sulla costa, in alcuni casi qualcosa in meno), pioggia mista a neve in pianura e nevicate moderate su tutto il messinese a partire dai 2-300 metri. Vento che si disporrà da grecale con miglioramento progressivo del tempo su Messina città, sottovento a tali correnti. Sempre freddo e ventoso. Martedì 16 e mercoledì 17 il tempo andrà migliorando ovunque, con residui fenomeni a quote alto collinari/basso montane, ma farà comunque piuttosto freddo. Stando alle mappe non avremo fenomeni intensi neanche in montagna, malgrado la neve si possa accumulare agevolmente stante il freddo a tutte le quote, unica sorpresa potrebbe essere il mare che interagendo col gelo in arrivo potrebbe dare una mano alla dama bianca(nella foto, Messina innevata, fonte La Sicilia). A proposito di mari: saranno molto mossi o agitati, l’umidità relativa bassa. Insomma: si tratterà di una fugace apparizione del gelo, non paragonabile ad ondate di freddo storiche sebbene in quota si arrivi ad una ragguardevole isoterma di -8 a 1500 metri. E un’ondata di freddo secco sicuramente non risolleverà le sorti di una stagione votata al tepore, a meno che questo trend improntato al freddo da est non continui fino a Marzo.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su