Breaking News
Home / Società / Aiutiamo il piccolo Luca: lezioni in streaming su you tube
Aiutiamo il piccolo Luca: lezioni in streaming su you tube

Aiutiamo il piccolo Luca: lezioni in streaming su you tube

Continua la solidarietà in aiuto del piccolo Luca, il bimbo milazzese di appena sei anni affetto da atrofia muscolare di tipo 1, la sma più aggressiva. Anche il mondo dello sport scende in campo con una bellissima iniziativa di ALENA STEPANKOVA – trainer di pilates e Yoga per la s.s.d. MAF-Italia s.r.l. Scuola di formazione.

La Palestra Meeting di Villafranca Tirrena, in provincia di Messina, organizza per il 3 Marzo 2021 con inizio alle 18:20 la lezione in streaming di pilates e Yoga fusion sul camale YouTube. Non è richiesta alcuna quota d’iscrizione. Il questa occasione si può donare un contributo per le cure e piccolo Luca.

Siamo in tanti che dinamo ogni giorno, tramite i salvadanai, nei bar, nelle parrocchie, tramite occasioni sportive e culturali. Anche una piccola cifra fa la differenza. Insieme possiamo arrivare alla somma necessaria! Continuiamo questa battaglia, vinciamola!

Per informazioni contattare tramite messaggio watsapp il numero: 346- 6499270

Luca Sansone è un meraviglioso bimbo di quasi 6 anni di Milazzo, in provincia di Messina, affetto da atrofia muscolare spinale di tipo 1 (la sma più aggressiva) diagnosticata a 6 mesi di vita. Da allora mamma Melissa e papà Peppe hanno sempre confidato nella ricerca per una cura miracolosa ed, oggi, questa cura miracolosa che potrebbe ridisegnare il futuro per Luca si chiama Zolgensma. Ad oggi il farmaco è già stato approvato anche in diversi paesi europei tra cui la Germania con il limite massimo di 21 kg di peso ( il bimbo pesa 17 chilogrammi). In Italia viene somministrato solo ai bambini sotto i 6 mesi di vita e nonostante le varie riunioni dell’AIFA, ancora non si è riusciti ad adeguarci con gli altri Paesi Europei. Luca non può più attendere purtroppo, rischia di non rientrare più nei criteri previsti per l’efficacia del farmaco, per questo i genitori hanno deciso di aprire una raccolta fondi per portare il piccolo in Germania e somministrargli il zolgensma a pagamento ben 2.100.000 S, una grossa cifra ma, possibile da raggiungere con l’aiuto di tutti noi.



Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su