Breaking News
Home / Società / Economia / Pensioni in anticipo: il calendario per i mesi di marzo e aprile
Pensioni in anticipo: il calendario per i mesi di marzo e aprile

Pensioni in anticipo: il calendario per i mesi di marzo e aprile

Anche a marzo e ad aprile i termini di pagamento delle quote pensionistiche sono stati anticipati, come del resto era accaduto nei mesi precedenti. Posticipo disposto nel rispetto degli ulteriori interventi da emergenza sanitaria disposti dall’Ordinanza n.740 – 12 febbraio 2021 del Capo Dipartimento della Protezione Civile. Postuma la proroga al 31 aprile del Consiglio dei Ministri. È il Condirettore Generale di Poste Italiane, Giuseppe Lasco, a comunicare le variazioni temporali al sindaco di Messina, Cateno De Luca, con una nota a sua firma.

Sì continuerà a garantire la sicurezza dei clienti e dei dipendenti con l’accesso scaglionato e contingentato degli utenti che vorranno ritirare le proprie pensioni presso gli Uffici Postali. In tal modo tutelando le esigenze delle persone più fragili. In particolare, nei mesi di marzo e di aprile, le riscossioni partiranno rispettivamente da oggi, martedì 23 febbraio fino al 1 marzo 2021 e dal 26 marzo al 1 aprile 2021. Segue la ripartizione per calendari, con suddivisione alfabetica dei cognomi:

Per gli Uffici Postali aperti 6 giorni: MARZO 2021
da A a B martedì 23 febbraio
da C a D mercoledì 24 febbraio
da E a K giovedì 25 febbraio
da L a O venerdì 26 febbraio
da P a R sabato mattina 27febbraio
da S a Z lunedì 1 marzo

APRILE 2021
da A a B venerdì 26 marzo
da C a D sabato mattina 27marzo
da E a K lunedì 29 marzo
da L a O martedì 30 marzo
da P a R mercoledì 3l marzo
da S a Z giovedì 1 aprile

Nel caso di Uffici Postali non aperti su 6 giorni :
Apertura su 5 giorni:
da A a C giorno 1
da D a G giorno 2
da H a M giorno 3
da N a R giorno 4
da S a Z giorno 5
Apertura su 4 giorni:
da A a C giorno 1
da D a K giorno 2
da L a P giorno 3
da Q a Z giorno 4
Apertura su 3 giorni:
da A a D giorno 1
da E a O giorno 2
da P a Z giorno 3
Apertura su 2 giorni:
da A a K giorno 1
da L a Z giorno 2

Tutti gli Uffici abilitati al pagamento delle pensioni e le informazioni sulle giornate di apertura sono consultabili sul sito aziendale www.poste.it e al Numero Verde 800.00.33.22. Inoltre, poiché è ancora in vigore la convenzione stipulata tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri, i pensionati di tutto il Paese di età pari o superiore ai 75 anni che, percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti possono richiedere la consegna della pensione a domicilio per tutta la durata dell’emergenza sanitaria, delegando al ritiro i Carabinieri.

Infine, nelle sedi postali con maggiore “criticità” dovuta al notevole potenziale afflusso della clientela, sarà disposta la sorveglianza in esterna per regolare i flussi di accesso ed evitare assembramenti, come già nei mesi precedenti, grazie alla già avviata proficua collaborazione istituzionale, come sottolineato dal Condirettore Generale.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su