Breaking News
Home / Società / Gualtieri Sicaminò e Soccorso uniti “per dare un futuro al piccolo Luca”
Gualtieri Sicaminò e Soccorso uniti “per dare un futuro al piccolo Luca”

Gualtieri Sicaminò e Soccorso uniti “per dare un futuro al piccolo Luca”

La solidarietà a Gualtieri Sicaminò e Soccorso (frazione di Gualtieri) nel messinese, si concretizza con una raccolta fondi effettuata porta a porta con l’intento comune di dare un futuro migliore a Luca Sansone, il meraviglioso bimbo milazzese affetto da atrofia muscolare spinale di tipo 1, la sma più aggressiva. La richiesta della parrocchia S.Nicola di Bari e S. Maria Assunta è stata accolta dai concittadini di Gualtieri e Soccorso con gioia, con la consapevolezza che, anche un piccolo contributo, può a dare una speranza di vita migliore al piccolo Luca. Il piccolo Luca già da tempo adottato dai gualtieresi è diventato il figlio, il nipote, il fratello di ognuno di loro.

«Non si poteva restare insensibili ad un grido di aiuto di una mamma – ha detto Tommaso Irato, concittadino gualtierese – la comunità gualtierese ha risposto buttando il cuore oltre l’ostacolo donando quanto era nelle proprie disponibilità e forse più.VOLEVO DIRVI SEMPLICEMENTE GRAZIE, GRAZIE PER IL VOSTRO IMPEGNO  PER LA VOSTRA GENEROSITÀ  AVETE DONATO CON LA GIOIA NEL CUORE, CI HA UNITI UN UNICO INTENTO, REGALARE A LUCA UN FUTURO MIGLIORE. TUTTO QUESTO VI FA ONORE E MI RENDE ORGOGLIOSO DI ESSERE GUALTIERESE. Con la Speranza nel cuore e la Consapevolezza che uniti si può e si deve vincere questa battaglia per la vita del piccolo Luca. I cittadini di gualtieri e soccorso gridano tutti insieme FORZA LUCA.»

Luca Sansone è un meraviglioso bimbo di quasi 6 anni di Milazzo, in provincia di Messina, affetto da atrofia muscolare spinale di tipo 1 (la sma più aggressiva) diagnosticata a 6 mesi di vita. Da allora mamma Melissa e papà Peppe hanno sempre confidato nella ricerca per una cura miracolosa ed, oggi, questa cura miracolosa che potrebbe ridisegnare il futuro per Luca si chiama Zolgensma. Ad oggi il farmaco è già stato approvato anche in diversi paesi europei tra cui la Germania con il limite massimo di 21 kg di peso (il bimbo pesa 18 chilogrammi). In Italia viene somministrato solo ai bambini sotto i 6 mesi di vita e nonostante le varie riunioni dell’AIFA, ancora non si è riusciti ad adeguarci con gli altri Paesi Europei. Luca non può più attendere purtroppo, rischia di non rientrare più nei criteri previsti per l’efficacia del farmaco, per questo i genitori hanno deciso di aprire una raccolta fondi per portare il piccolo in Germania e somministrargli il zolgensma a pagamento ben 2.100.000 $ una grossa cifra ma, possibile da raggiungere con l’aiuto di tutti noi. Riponiamo una luce di speranza nel futuro del piccolo Luca…

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su