Breaking News
Home / Politica / Comune / Il caso Tringali, molto rumore per nulla
Il caso Tringali, molto rumore per nulla

Il caso Tringali, molto rumore per nulla

Molto rumore per nulla. Si potrebbe così riassumere, citando l’omonima tragicommedia shakesperiana anch’essa ambientata a Messina, l’annosa vicenda della festicciuola dell’assessore Laura Tringali all’interno della scuola che dirige, e che da un paio di giorni agita buona parte degli esponenti del consiglio comunale e le dinamiche della politica locale.

Tutto comincia un paio di settimane fa e vede come protagonista il presunto party, con tanto di torta, per festeggiare il compleanno dell’assessore e dirigente della scuola “Antonello”.

La cosa passa inosservata per un breve lasso di tempo, fino ad esplodere un paio di giorni addietro.

Da allora è un susseguirsi, di prese di posizione, fulminanti dichiarazioni, interpellanze al sindaco con tanto di richieste di ispezioni e dimissioni.

Una ferocia inaudita. Per un’allegra pausa pranzo con i collaboratori di sempre. Evidentemente il sindaco e la sua giunta, fanno cosi bene il loro lavoro che non è rimasto altro di cui occuparsi.

Ormai, non ci piove, sembra essere questo il livello delle battaglie politiche in città mosse dall’opposizione, e a cui gli esterefatti cittadini sono costretti ad assistere.

Non resta che la speranza che tutto questo possa infine servire a qualcosa, e subito viene in mente l’immortale Apuleio che nelle sue “Metamorfosi” scriveva: “Mi sento molto riconoscente verso il mio asino, e ne conservo un grato ricordo, perché mi ha consentito, mentre stavo nascosto nella sua pelle e ne vedevo di tutti i colori, di acquistare se non la saggezza almeno una grande esperienza“.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su