Breaking News
Home / Politica / Comune / Caso IIS Antonello, il consigliere Sorbello all’attacco: “Asini…noi, ma fino ad un certo punto!”
Caso IIS Antonello, il consigliere Sorbello all’attacco: “Asini…noi, ma fino ad un certo punto!”

Caso IIS Antonello, il consigliere Sorbello all’attacco: “Asini…noi, ma fino ad un certo punto!”

Continua, lo scontro istituzionale tra il consigliere Salvatore Sorbello, l’assessore Laura Tringali, autrice di una querela nei suoi confronti solo pochi giorni addietro e l’amministrazione comunale.

Questa volta è stato il consigliere genovesiano ad attaccare sotto il cartello (vietato l’accesso agli asini volanti) affisso fuori la porta della stanza del sindaco De Luca , un documento che è stato prodotto all’interno della relazione dei vigili urbani sul caso della festa all’Antonello, nato da un’interrogazione presentata dal Sorbello

Ecco quanto dichiarato dallo stesso Sorbello in merito alla relazione dei vigili:

“La polizia Municipale ha risposto che a causa delle telecamere guaste, purtroppo, non ha potuto verificare se ci sono stati o meno assembramenti alla festa di compleanno dell’Assessora. Quindi, dando per scontato che in zona gialla potevano essere somministrati cibi e bevande per 15 persone che hanno partecipato ad un evento così come descritto in acconto fattura di 50 euro non elettronica …. Chiedetelo ai ristoranti se in data 22 febbraio potevano organizzare feste di compleanno per 15 persone…Agli atti anche 6 scontrini battuti 2 giorni dopo l’evento a saldo di questa specie di fattura che per quanto mi riguarda è carta straccia. Chiedete sempre ai ristoranti o ai bar se possono battere scontrini due giorni dopo la vendita di cibi e bevande…Ma poi perché sei scontrini di 30 euro battuti 2 giorni dopo e tutti allo stesso orario : 13,16 ?????????”

Incalza ancora il genovesiano consigliere in merito ad una fattura allegata alla relazione:

Fattura n. 1/21 del 22.02.2012 di 50 euro

1) tutte le società hanno l’obbligo della fatturazione elettronica

2) non si possono fare eventi in zona gialla

3) il compleanno dell’Assessora non è un evento d’interesse per la collettività

4) non si possono fatturare acconti e poi saldare con degli scontrini battuti 2 giorni dopo “l’evento”.

Durissima la risposta dell’amministrazione comunale a firma dell’assessore Musolino e del sindaco De Luca (leggi sotto) che parlano di “tono denigratorio dell’interrogazione“, annunciando la trasmissione dell’incartamento in procura per accertare eventuali responsabilità penali che a loro parere sarebbero inesistenti.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su