http://www.igstudents.com/
Capo d'Orlando: una lettera salva Villa Piccolo
Categoria: Arte e Libri / Tag:
21/04/2016 16:23:51

Villa Piccolo ha visto chiudersi i propri cancelli sabato 16 aprile, per un cavillo burocratico: una differenza amministrativa di  50 centesimi.

La Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella , negli anni, ha fatto tanto per la sua terra. Celebre è la mostra sugli acquerelli di Casimiro Piccolo (“Fantasie Visionarie”) che si è tenuta nel novembre 2015 al Teatro Greco di Taormina.

Proprio su questo punto si è espresso Giuseppe Benedetto: “ I soldi sono stati incassati dalla Regione grazie ad un lavoro da noi organizzato. Ci spettava una quota dei biglietti di ingresso per la mostra degli acquerelli di Casimiro: a noi spettava meno di un euro per ogni biglietto. La Fondazione avrebbe dovuto ricevere la sua parte solo alla fine della mostra, prevista per novembre. Ma una volta finita la mostra, i funzionari hanno iniziato a tirare fuori mille problemi tecnici. E così hanno continuato per mesi. Fino all'ultima follia: ci hanno detto che esisteva una differenza di 50 centesimi tra i nostri e i loro conteggi e che bisognava ricominciare da capo. A quel punto...

A questo punto la vicenda è cosa nota: chiude Villa Piccolo.

Ma la Fondazione e il suo Consiglio d’Amministrazione, incapaci di sopportare la perdita di un patrimonio culturale siculo di così alto valore, non si sono arresi.
È stata inviata dal Cda della Fondazione una lettera all'assessore regionale ai Beni Culturali, Carlo Vermiglio.
Signor assessore, non vogliamo mancarle di rispetto affermando che lei non capisce, ma la preghiamo di avere altrettanto rispetto per noi, per quello che diciamo e per quello che rappresentiamo
”, così comincia la lettera, che tende a ribadire che la Fondazione non vuole elemosinare denaro, ma pretende il rispetto che gli è dovuto sulla base del lavoro che inizia nel 1971 e prosegue fino all’allestimento di diverse mostre avvenute tra la fine del 2015 e l’inizio del nuovo anno.

Prosegue la missiva: "Come potrà constatare produciamo cultura, anche quando protestiamo tanto vibratamente. Abbiamo inviato numerose missive a proposito, tutte regolarmente rimaste senza riscontro. Si faccia dare il carteggio dai suoi solerti funzionari o,  se lo ritiene, glielo possiamo fare avere noi. Solo dopo che sarà sciolto questo nodo potremo decidere tutti insieme il futuro per la ''Casa del Gattopardo'', per quella Villa Piccolo che  vuole continuare a rappresentare un faro di civiltà, bellezza, cultura e legalità per la nostra Sicilia.
La Fondazione Piccolo, nel suo stile, alle sterili proteste preferisce esporre le proprie progettualità. Ci permettiamo di invitarLa a Villa Piccolo e capirà cosa diciamo e facciamo per la nostra Sicilia
.”

La lettera sembra aver prodotto risultati positivi, giacché Carlo Vermiglio ha affermato l'imminente versamento da parte della Regione di quanto dovuto alla Fondazione.

Davide Romano



0 Commenti


Per commentare gli articoli è necessario essere loggati alla Community messina7.it.
Inserisci i dati del tuo account o, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati qui.




COMMENTI