Home / Cronaca / Via La Farina troppo caotica, Gioveni: “Urgono provvedimenti viari”
Via La Farina troppo caotica, Gioveni: “Urgono provvedimenti viari”

Via La Farina troppo caotica, Gioveni: “Urgono provvedimenti viari”

E’ una delle strade più caotiche della città e quindi anche pericolosa. Stiamo parlando di via La Farina, teatro negli anni, di diversi incidenti.

Ad accendere i riflettori su una delle vie cittadine più importanti e trafficate della città, è il consigliere comunale Libero Gioveni: “Aspettando la tanto attesa strada di via Don Blasco, che chiaramente ha i suoi tempi, occorre adottare le giuste contromisure” scrive Gioveni in una nota.

Analizzando la situazione, il consigliere propone degli accorgimenti per rendere quantomeno la strada più “vivibile”. La grande area/parcheggio dell’isolato 158 potrebbe essere una prima soluzione: “Il contenzioso tra comune e Iacp sulle gestione ha avuto un epilogo? – scrive ancora il consigliere di Centristi per la Sicilia – C’è ancora la possibilità di trasferire sul luogo i famosi parcheggi modulari di San Filippo?”.

I parcheggi a spina di pesce, poi, già proposti all’ex amministrazione Buzzanca, potrebbero reprimere il fenomeno della doppia fila. “Il miglior deterrente per questo scempio sarebbe quello certamente improponibile di impiegare ogni giorno una squadra di vigili urbani che la setaccino nell’intero tratto Gazzi-Cannizzaro. E’ evidente – sottolinea Gioveni – come non si possa non pensare a soluzioni tecniche che cerchino di rendere la vita difficile ai soliti trasgressori”.

Potrebbero aumentare dunque il numero di posti auto, ed inibire gli automobilisti indisciplinati di sostare in doppia fila. “Ho ribadito questa proposta in commissione Viabilità ad assessore e dirigente – conclude Gioveni – che però sembrano più orientati a realizzare in alcuni tratti dell’arteria altre “zone blu” per avere la presenza degli ausiliari del traffico, che così stanerebbero i trasgressori. Non so se questa soluzione potrebbe rappresentare la panacea di tutti i mali, l’importante però è fare qualcosa, così è solo caos”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su