Home / Cultura / Presentata oggi l’edizione 2018 di Trasformatorio: il laboratorio internazionale di arti sperimentali
Presentata oggi l’edizione 2018 di Trasformatorio: il laboratorio internazionale di arti sperimentali

Presentata oggi l’edizione 2018 di Trasformatorio: il laboratorio internazionale di arti sperimentali

Oggi, a Palazzo Zanca, è stata illustrata l’edizione 2018 di “Trasformatorio – Quarto Laboratorio Internazionale di Arti Sperimentali, Performative e Site Specific.

L’evento prenderà il via domani, venerdì 20, a Giampilieri, con la partecipazione di 35 artisti selezionati con bando internazionale, provenienti da 15 nazioni differenti e con una nutrita rappresentanza di artisti siciliani.

Il “Trasformatorio” è un progetto iniziato nel 2012 che si propone di stabilire in Sicilia un luogo d’incontro e studio internazionale per l’arte che si occupi di inventare e narrare un futuro sostenibile, adattandosi ai luoghi e trasformandone la percezione e la fruizione tramite l’arte contemporanea.

L’iniziativa unisce, attraverso l’attività artistica, il nord Europa e il centro del Mediterraneo, aprendo a collaborazioni inedite anche il versante sud, associazioni dal mare artico e di altre nazionalità.

Il tema della ricerca di Trasformatorio comprende sia le tecniche che le drammaturgie, e stimola approfondimenti sulle abilità necessarie a produrre nuovi tipi di spettacolo prodotto e proposto in luoghi speciali, per storia, posizione, e bellezze storico artistiche e naturali.

Trasformatorio – ha dichiarato l’assessore Alagna nel corso della conferenza stampa – valorizza il rapporto tra centro e periferie, tra scuola e città, consente di lavorare e riscoprire spazi liberi e sconosciuti

Obiettivo ultimo del progetto è inventare, proporre, diffondere e documentare procedure e tecniche per costruire un teatro sostenibile in ogni suo aspetto, ambientale, espressivo, sociale e tematico. Il tema di quest’anno sarà quello della “Porta come parte più difficile del viaggio”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su