Home / Politica / Comune / “Messina2030”: le proposte della candidata Barrile sulle attività produttive
“Messina2030”: le proposte della candidata Barrile sulle attività produttive

“Messina2030”: le proposte della candidata Barrile sulle attività produttive

Pochi giorni fa, la candidata sindaco per la lista LeAli, Emilia Barrile, ha lanciato il progetto “Messina2030”, un contenitore di idee orientato a raccogliere le migliori proposte per il risanamento e la crescita del nostro territorio, in una prospettiva di medio-lungo termine.
Unica via, secondo la candidata, per offrire alla cittadinanza una proposta politica strutturata, onde evitare una gestione della cosa pubblica scomposta ed incoerente, con le ovvie conseguenze per la qualità della vita dei cittadini.

È proprio in questo contesto che si inserisce l’odierno pacchetto di proposte relativo all’istituzione di due mercati bisettimanale a km0, di parcheggi comunali dedicati ai mezzi pesanti, inevitabile strumento di contorno per questo genere di attività, ed in funzione di una maggior tutela del settore l’istituzione di una delega assessoriale dedicata al settore primario.

Oggi – commenta Barrile – non esistono spazi da destinare al parcheggio dei mezzi pesanti, creandoli freneremmo la fuga di chi, in mancanza di alternative, delocalizza spostandosi spesso nel catanese”.

In merito alla questione dei mercati a chilometro zero la candidata ha invece dichiarato: “Si tratterebbe di assecondare un trend in crescita, quello delle piccole produzioni biologiche di cui il mercato fa sempre più richiesta. Per questo la nostra intenzione è quella di inserire nella rete dei mercati, due diverse realtà bisettimanali ubicate agli estremi nord e sud in cui dare spazio a chi produce, per vendere la propria frutta e verdura a km0”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su