Home / Cronaca / Milazzo, pescatori in crisi: la pesca non è più un settore economicamente incoraggiante
Milazzo, pescatori in crisi: la pesca non è più un settore economicamente incoraggiante

Milazzo, pescatori in crisi: la pesca non è più un settore economicamente incoraggiante

Desta sempre più preoccupazioni la condizione di vita dei pescatori milazzesi. Sono in aumento i figli dei professionisti che si rifiutano di continuare l’attività lavorativa tramandata loro dai padri, alcuni, addirittura, vendendo la loro barca di proprietà.

A Milazzo le famiglie con le barche sono ormai poche, continuando così il mare non vedrà più barche” – hanno sottolineato i pescatori di Vaccarella-.

Dati, sicuramente allarmanti, un urlo di aiuto di “uomini di famiglia”, pescatori professionisti, che chiedono al Sindaco di intervenire al più presto possibile, per evitare che il settore arrivi al fallimento.

In questi ultimi mesi, – hanno aggiunto i pescatori di Vaccarella – , il nostro pescato è diminuito in maniera drastica, diverse tipologie di pesce, come spigole e cavagnole, risultano in via di estinzione .

Pescatori professionisti, in attesa che qualcosa cambi in positivo, praticano, anche senza autorizzazioni dovute, la pesca del tonno, rischiando grosso, visti i numerosi controlli degli uomini della Capitaneria. Proprio in questi ultimi giorni è stato sottoposto a sequestro un esemplare di tonno rosso, pescato illegalmente, di ben 140 chili, donato in beneficenza ad istituti caritatevoli. Questo è un altro aspetto dell’illegalità, che a volte viene praticata quando sopraggiunge il bisogno e la disperazione.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su