Home / Cultura / “Fluctus” al Duomo Antico del Castello di Milazzo
“Fluctus” al Duomo Antico del Castello di Milazzo

“Fluctus” al Duomo Antico del Castello di Milazzo

Verrà inaugurata, questa sera al Duomo Antico di Milazzo il Fluctus, l’opera dell’artista Giuseppe la Spada.
Fluctus rappresenta una esibizione interdisciplinare il cui nucleo principale è costituito da una grande installazione che simboleggia la visione di un mare, che sta diventando sempre più inquinato a causa del comportamento umano.

Giuseppe La Spada, artista interdisciplinare, da più di dieci anni è impegnato nell’utilizzare l’arte come strumento per sensibilizzare il pubblico sui temi ambientali.

Dopo anni di riflessione su questo argomento, l’artista giunge alla conclusione che, il vero inquinamento alberga dentro di noi. La risposta? Solo attraverso un cambiamento collettivo, si potrebbe trovare rimedio.

L’inaugurazione dell’allestimento è prevista per questa sera, giovedì 2 agosto, alle 20, al Duomo Antico del castello di Milazzo durante il Welcome day del Mish Mash Festival.

Avere intrapreso questo percorso significa avere anche un ruolo sociale, cercare di sintetizzare una traccia, fare dell’arte un’architettura sociale – afferma Giuseppe La Spada – Il termine Fluctus porta con sé nella sua fonetica due momenti, uno leggero quasi di sospensione, il fluire sussurrato di quello che arriva, di quello che ci lascia. Un momento pesante come l’impatto di un colpo assestato nello stomaco, così forte da farci fermare, frastornati dal riverbero. Se alzo gli occhi, sento il peso di una massa nera sopra il mio capo, come se ci fosse improvvisamente qualcosa con cui fare i conti e paradossalmente lo sento dentro con empatia. Forse per noi umani è iniziata l’era delle conseguenze, l’era del comprendere le responsabilità dei nostri gesti passati. Stiamo diventando plastica, nel cuore, nel modo di pensare. Quintali di plastica nei fiumi, nei mari stanno generando l’embrione del futuro. 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su