Home / Società / Lavoro / Messina, lavorare con i “Cantieri di Servizio”: ecco cosa serve per entrare in graduatoria
Messina, lavorare con i “Cantieri di Servizio”: ecco cosa serve per entrare in graduatoria

Messina, lavorare con i “Cantieri di Servizio”: ecco cosa serve per entrare in graduatoria

A partire da oggi, e con scadenza il 5 settembre, è possibile compilare la domanda di accesso alla selezione pubblica. Si verrà ammessi alla graduatoria per l’ammissione nei Cantieri di Servizio. Il tutto esclusivamente online, accedendo al sito istituzionale del Comune www.comunemessina.gov.it.

Alla voce “Cantieri di Servizi” si dovrà inserire il Codice Fiscale, tramite esso avverrà la compilazione automatica di tutta la sezione dei dati anagrafici, come risulta dai registri dell’Anagrafe comunale.

Sono richiesti i seguenti requisiti: residenza del Comune di Messina da almeno  6 mesi (16/02/2018); età compresa tra i 18 e i 66 anni e 7 mesi non compiuti; disoccupati o inoccupati, solo quelli che abbiano sottoscritto il patto di servizio presso il Centro per l’Impiego competente per territorio e presentato la Dichiarazione di Disponibilità.

Lo Sportello Relazioni con il Pubblico (URP) e le sedi Circoscrizionali forniranno la collaborazione necessaria a facilitare la compilazione della domanda, oltre ad elargire tutte le informazioni utili.

Gli uffici delle Circoscrizioni I, IV, V e VI saranno aperti di mattina, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 12:00 e di pomeriggio nei giorni di lunedì e mercoledì, dalle 15:00 alle 16:00; l’URP di Palazzo Zanca e le Circoscrizioni II e III aperti
martedì e giovedì, fascia oraria 15:00-16:00.

Gli interessati a ricevere assistenza dovranno presentare: Codice Fiscale; fotocopia di un documento di riconoscimento valido; data della Dichiarazione di Disponibilità presso il Centro per l’Impiego; quantificazione del valore dell’immobile adibito ad abitazione principale (se di proprietà) e/o altre proprietà immobiliari.

I Cantieri di Servizi saranno finanziati, a cura dell’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, con i fondi dei Piano di Azione e Coesione (Programma Operativo Complementare 2014-2020) Asse 8 “Promozione dell’occupazione e dell’inclusione sociale” con programmi di lavoro della durata di 3 mesi, per integrare o ampliare i servizi comunali, sia relativi ai compiti ordinari di Istituto che a situazioni straordinarie.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su