Home / Cronaca / Messina, armi evasione e droga: in manette anche un minore
Messina, armi evasione e droga: in manette anche un minore

Messina, armi evasione e droga: in manette anche un minore

Sono scattate le manette, nel Messinese, per 3 cittadini italiani, tra cui un minore, nell’ambito dei servizi finalizzati a prevenire e reprimere i reati di detenzione e traffico di stupefacenti e quelli relativi la detenzione illegali di armi.

A Roccella Valdemone, un 62enne
è stato arrestato per detenzione illegale di armi e munizioni dai militari della Stazione di Roccella Valdemone, insieme ai Carabinieri dello squadrone Eliportato Cacciatori di “Sicilia”.

L’uomo è, poi, stato condotto presso il proprio domicilio, in regime di arresti domiciliari ed in attesa di essere giudicato con rito direttissimo dinanzi alla competente Autorità Giudiziaria di Patti.

A rinvenire il materiale
, oggetto del reato, i Carabinieri cacciatori, nel corso di una battuta in alta montagna, i quali scoprivano un’abitazione rurale, dotata di ovile, su cui attuavano una perquisizione alla presenza del proprietario.

Venivano rilevate, tenute nascoste in un sacco di plastica bianco, un fucile monocanna calibro 16,39; cartucce calibro 16 di cui una a palla ed una cartuccia calibro 12 illegalmente detenute.

A Gaggi
, è stato tratto in arresto dai militari della Stazione di Graniti
un minore, di anni 17, macchiatosi del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il 17enne veniva fermato dai Carabinieri e sottoposto a perquisizione personale, poi estesa anche all’abitazione. Il giovane veniva trovato in possesso di circa 1 Kg di marijuana; 15 grammi di cocaina; 11 di hashish; 3 bilancini di precisione e materiale utile per il confezionamento in dosi.

Espletate le formalità di rito, veniva accompagnato presso il centro di prima accoglienza per minorenni di Messina a disposizione dell’Autorità Giudiziaria Minorile.

A Santa Teresa di Riva
, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Taormina hanno tratto in arresto il 56enne M.S. per evasione dal regime degli arresti domiciliari, trasferendolo presso la Casa Circondariale di Messina “Gazzi”.

Al momento del controllo
di Polizia, infatti, l’uomo era assente dal proprio domicilio. Dopo il rito direttissimo, l’uomo è stato ricollocato agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, a seguito delle mancato rispetto degli obblighi, hanno, peraltro, richiesto ed ottenuto dalla competente Autorità Giudiziaria il ripristino della custodia cautelare in carcere.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Messina, è stata eseguita stamane dai militari del nucleo Radiomobile di Taormina.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su