Home / Sport / Altri sport / CUS UniMe, arriva il campione montenegrino. Klikovac: “ho gli stimoli giusti, ci divertiremo”
CUS UniMe, arriva il campione montenegrino. Klikovac: “ho gli stimoli giusti, ci divertiremo”

CUS UniMe, arriva il campione montenegrino. Klikovac: “ho gli stimoli giusti, ci divertiremo”

Grande attesa a Messina per vedere nella vasca del CUS Unime, la stella montenegrina, il centroboa di pallanuoto, Filip Klikovac. Grande entusiasmo tra i tifosi e lo staff tecnico per il nuovo acquisto. Ed è un colpo di livello mondiale quello messo a segno dai Peloritani. Si tratta di Filip Klikovac, 29enne nato a Cattaro, il 7 febbraio 1989.

I compagni di squadra, che hanno già iniziato la preparazione in attesa dell’inizio del campionato, si attendono tanto dall’arrivo del carismatico giocatore che vanta un curriculum straordinario. L’atleta, il cui arrivo è previsto in città per fine mese, si dimostra già entusiasta della nuova esperienza.

Ho collezionato – dice Klikovac – tante presenze in campionato di prima fascia e per me questa è la primissima volta che mi cimento in una serie A2. Sono felice, però, della mia scelta. Tutto è nato quasi per gioco, qualche battuta di Cesare Russo, un amico con il quale ho giocato a Cagliari qualche anno fa, si è trasformata in un progetto ben articolato. Poi i contatti con il tecnico Sergio Naccari, con cui il rapporto è stato da subito chiaro ed il progetto mi ha entusiasmato.

Non è stato semplice scegliere – aggiunge Klikovac – perché fortunatamente ho ricevuto richieste da tutta Europa ma alla fine sono molto contento della scelta. Si tratta di uno dei campionati di A2 più belli degli ultimi anni e, son certo, che ci divertiremo. Ho seguito nell’ultimo periodo la squadra, che è un bel collettivo e qualche mio nuovo compagno l’ho incrociato in acqua in passato. Un bel gruppo che sono certo si toglierà tante soddisfazioni, mettendo il cuore in ogni partita per far appassionare i tifosi e Messina.

Sono molto contento della scelta – conclude Klikovac – torno in Italia dopo un anno lontano e qua mi sono trovato sempre molto bene. La Sicilia, poi, è un posto meraviglioso e sono molto entusiasta. In chiave Nazionale non credo che la scelta dell’A2 precluda il mio cammino. Ho maturato ormai tanti anni di esperienza internazionale e sono convinto che questa esperienza mi darà gli stimoli giusti per prepararmi al meglio e continuare il mio percorso in Nazionale.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su