Home / Società / Sanità / Messina è centro di riferimento, di alta specializzazione, per morbo di Crohn e colite ulcerosa nel bambino
Messina è centro di riferimento, di alta specializzazione, per morbo di Crohn e colite ulcerosa nel bambino

Messina è centro di riferimento, di alta specializzazione, per morbo di Crohn e colite ulcerosa nel bambino

Messina è Centro di riferimento, di alta specializzazione, per l’età pediatrica per due gravi malattie: il morbo di Crohn e la colite ulcerosa. Presso l’Unità Operativa di Gastroenterologia Pediatrica del Policlinico Universitario G. Martino, diretta dal prof. Giuseppe Magazzù, vengono seguiti il più alto numero di bambini affetti da queste patologie croniche.

La Malattia di Crohn (MdC), prende il nome dal medico statunitense omonimo Burrill Bernard Crohn. È una patologia infiammatoria cronica che, interessa, le mucose intestinali e i tessuti sottostanti. Le aree più colpite sono l’ileo – l’ultima porzione dell’intestino tenue – e il colon, ma nel bambino non sono rare le forme che interessano anche il cavo orale, lo stomaco, l’esofago, il duodeno o la regione perianale.

Trattasi di una malattia cronica, che accompagna la persona nel corso dell’intera esistenza e, da cui, non è possibile guarire completamente. Un corretto stile di vita e, opportuni trattamenti, consentono a bambini ed adulti di ridurre al minimo l’impatto della patologia sulla vita quotidiana. La Malattia di Crohn alterna periodi in cui l’infiammazione si presenta in forma acuta a periodi silenti – a volte anche lunghi – in cui non si avvertono sintomi.

È più frequente nei paesi occidentali ed, è rara, se non assente, nei Paesi in via di sviluppo. In Italia 150.000 persone soffrono di patologie infiammatorie intestinali, il 30/40% di Crohn e in un quarto dei casi l’esordio avviene tra i 10 e 12 anni, con un’incidenza raddoppiata negli ultimi anni.

È online il sito www.ragazzicoraggiosi ideato da AbbVie, patrocinato dall’associazione AMICI Onlus, e realizzato grazie al supporto scientifico del prof. Claudio Romano.  Ragazzi Coraggiosi è un portale di informazione, una finestra di dialogo e, una fonte di supporto, per tutti i giovani che, ogni giorno, si trovano ad affrontare le sfide nate dalla malattia.

Sia la malattia di Crohn che la Colite Ulcerosa sono un’emergenza sempre più importante nei Paesi industrializzati con un aumento di diagnosi superiore al 50% negli ultimi anni – dice il prof. Romano – oltre alle cause genetiche e alle migliori tecniche diagnostiche, questo incremento sembra legato a stili di vita moderni, cibi industriali, stress metropolitano, abuso di antibiotici ed eccessiva igiene. I casi di Crohn ad esordio pediatrico sono in genere più aggressivi con un maggior rischio di complicanze e necessità di interventi chirurgici, con notevoli ripercussioni per bambino e famiglia. Non è possibile guarire completamente, ma un corretto stile di vita e adeguate terapie consentono di ridurre al minimo l’impatto della patologia sulla vita quotidiana di questi ragazzi coraggiosi. 

 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su