Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Presentata oggi “100 Piazze per Differenziare”: trasformare la spazzatura in una risorsa
Presentata oggi “100 Piazze per Differenziare”: trasformare la spazzatura in una risorsa

Presentata oggi “100 Piazze per Differenziare”: trasformare la spazzatura in una risorsa

Oggi a Palazzo Zanca, nell’ambito di “Sicilia Munnizza Free”, progetto nazionale per liberare la Sicilia dai rifiuti sfruttando i principi dell’economia circolare, l’assessore con delega ai Rifiuti e all’Ambiente Dafne Musolino ha presentato l’iniziativa “100 Piazze per differenziare”.
Promossa dal Comune di Messina e organizzata dai circoli Legambiente Messina e Legambiente dei Peloritani, la manifestazione è programmata per domenica 7, dalle 9:30 alle 13, a Piazza Casa Pia. A partecipare, tra gli altri, la Società MessinaServizi Bene Comune e gli operatori del Biomercatino, che metteranno a disposizione i loro prodotti.

Si tratta di un’iniziativa finalizzata a seguire le buone pratiche della raccolta differenziata – ha dichiarato l’assessore Musolino – e a consentire di scambiare i propri rifiuti con prodotti agroalimentari, seguendo una logica in base alla quale i rifiuti non costituiscono un problema ma una risorsa. La raccolta differenziata, per funzionare bene, deve coinvolgere emotivamente il cittadino”.
In quest’ottica in piazza saranno organizzati laboratori di riciclo e riuso, oltre che momenti di informazione e sensibilizzazione per le famiglie e i cittadini sulla necessità di fare una raccolta differenziata di qualità, spiegando come a partire da essa si possano conseguire anche vantaggi di carattere economico.

Il presidente di MessinaServizi Giuseppe Lombardo ha inoltre aggiunto: “Sul tema si parla sempre dell’orario di conferimento dei rifiuti, ma quello è solo l’atto finale, la vera raccolta avviene a casa“.

Nel complesso il progetto “Sicilia Munnizza Free” ha l’obiettivo di trasformare le maggiori piazze siciliane in ecostazioni (stazioni ecologiche provvisorie) dove i cittadini potranno conferire volontariamente i rifiuti differenziati valorizzabili da convertire in ecopunti, utili per il baratto con generi di prima necessità provenienti da filiera corta, generalmente fuori dai circuiti della grande distribuzione, e nello stesso tempo apprendere le regole per la raccolta differenziata di qualità.

Le tipologie di materiali valorizzabili conferibili sono imballaggi in carta e cartone, vetro, plastica, metalli (alluminio e acciaio), oltre all’umido, che dovranno essere liberi da frazioni estranee, in modo tale che ad essi possa essere attribuita la fascia di qualità più alta possibile e dovranno essere conferiti in sacchi trasparenti o, comunque, in modo tale da consentire l’ispezione da parte degli operatori. Carta e cartone andranno conferiti in sacchi di carta o scatole di cartone.

I cittadini effettueranno la pesata dei materiali valorizzabili con il supporto degli operatori e volontari di Legambiente. Il peso sarà convertito in ecopunti secondo una tabella di valorizzazione collocata in modo ben visibile durante la manifestazione e resa disponile sul sito www.legambiente.it/siciliamunnizzafree. Tutto ciò che sarà ritenuto non conforme dagli operatori dell’ecostazione al momento della pesatura sarà scartato e restituito agli utenti. Al raggiungimento di un certo numero di punti questi potranno essere barattati con prodotti e generi di prima necessità disponibili durante la manifestazione (ad esempio pasta, conserve e altro) e offerti dagli operatori del Biomercatino.

Lascia un commento

Torna su