Home / Cronaca / Messina: dopo 18 anni di violenze donna viene liberata dal proprio aguzzino
Messina: dopo 18 anni di violenze donna viene liberata dal proprio aguzzino

Messina: dopo 18 anni di violenze donna viene liberata dal proprio aguzzino

I Carabinieri della Stazione di Messina Gazzi hanno arrestato un quarantanovenne messinese per il reato di maltrattamenti in famiglia.

La vittima di tali maltrattamenti ha convissuto con il suo persecutore per quasi 18 anni, durante i quali ha subito minacce e continui atti di vessazione. Anni in cui ha sofferto in silenzio, vivendo la quotidianità in un clima di assoluta sottomissione e paura: l’uomo, durante la relazione familiare, l’ha vessata, denigrandola con frasi di ogni tipo e costringendola a chiedere il permesso anche solamente per compiere semplici gesti come fumare una sigaretta o poter incontrare un’amica.

Accecato dalla gelosia, il compagno ha anche vietato alla donna di uscire di casa senza il suo permesso, non esitando a percuoterla anche in presenza della figlia minore. La sempre più pressante ed immotivata violenza unita alle sofferenze morali patite, hanno aperto gli occhi alla donna convincendola a lasciare il proprio aguzzino.

Gli uomini dell’Arma, coordinati dall’Ufficio di Procura, hanno ricostruito il clima di terrore in cui la malcapitata è stata costretta a vivere ed ora sul quarantanovenne grava la pesante accusa di maltrattamenti in famiglia, per la quale è stato emesso il provvedimento cautelare.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su