Home / Cronaca / Roccalumera, picchia e minaccia la madre povera per soldi: in manette figlio 35enne
Roccalumera, picchia e minaccia la madre povera per soldi: in manette figlio 35enne

Roccalumera, picchia e minaccia la madre povera per soldi: in manette figlio 35enne

Arrestato, in flagranza di reato, per maltrattamenti in famiglia, estorsione in danno della madre, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, un uomo di anni 35.

Vittima, una donna in stato di indigenza, privata dal figlio di tutto il danaro destinatole per far fronte alla riconosciuta situazione di povertà in cui versa; sottoposta a subìre comportamenti gravemente vessatori da parte del figlio.

L’uomo
, indagato dalle Forze dell’Ordine, costringeva la madre al versamento delle somme mediante minacce, insulti e percosse; in tal modo l’aguzzino riusciva a tenere in pugno la donna, ormai finita in una spirale di soggezione par paura di ennesime, peggiori ritorsioni.

Il misto di violenza fisica e sofferenze morali è giunto al suo culmine ieri, quando il figlio si è sentito negare dalla madre il denaro fino al rinnovo delle pratiche utili per accedere ai sussidi.

Questo, il motivo che ha innescato nell’uomo l’input per una aggressione di una violenza tale da indurre la vittima a richiedere l’intervento dei Carabinieri.

Richiesta la loro presenza, i militari della Stazione di Roccalumera si recavano sul posto, immobilizzavano il giovane, che faceva resistenza con un coltello, fino a disarmarlo ed immobilizzarlo; procedevano poi a raccogliere la denuncia sporta dalla vittima.

Espletate le formalità di rito, e secondo quanto disposto dell’Autorità giudiziaria, il 35enne è stato condotto presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su