Home / Sport / Altri sport / Intensità ed emozioni a Ritiro. Il Castanea supera all’esordio la Fortitudo Messina
Intensità ed emozioni a Ritiro. Il Castanea supera all’esordio la Fortitudo Messina

Intensità ed emozioni a Ritiro. Il Castanea supera all’esordio la Fortitudo Messina

Come da facili previsioni il derby del PalaRitiro ha regalato emozioni e intensità per tutti i quaranta minuti di gioco al folto pubblico presente in maggior numero rispetto allo scorso anno. C’era un particolare pathos nell’aria perchè il Castanea Basket da tempo aspettava questo esordio così come la Fortitudo al debutto in serie D dopo il salto di categoria. Tutti presenti i ragazzi gialloviola (unico assente l’ultimo innesto, il lungo Zaccone che si unirà nelle prossime settimane) che puntano senza mezzi termini ad un torneo di vertice dopo il noviziato dello scorso anno. Primi punti in carniere per la squadra di coach Frisenda, profondamente rinnovata, che ripagano almeno inizialmente gli sforzi compiuti in sede di mercato anche se resta preoccupazione per l’infortunio alla caviglia occorso a Furlan a fine primo tempo. La Fortitudo si è dimostrata squadra coriacea con almeno tre atleti top per la categoria e protesa alla ricerca del recupero della migliore condizione fisica generale.

Da sottolineare l’ottima prova del play Banin (25 punti) che si conferma potenziale leader dello scacchiere peloritano, tra gli ospiti spiccano i 55 punti in tre di Cavalieri-Bellomo-Squillaci.

Il Castanea parte con Banin, Caalrese, Caroè, Furlan e Tilev mentre la Fortitudo risponde con Lanza, Bellomo, Barlassina, Squillaci e Cavalieri.

Ritmi intensi sin da subito, Caroè parte col piede giusto dopo alcune stagioni spese nei campionati calabresi. La Fortitudo reagisce (5-5) con cavalieri ma il croato Furlan firma un 5-0 casalingo con l’assistenza di Calarese. Gioie e dolori per coach baldaro con Bellomo che segna 4 punti ma commette il terzo fallo dopo soli quattro minuti.  Il bulgaro Tilev all’esordio assoluto porta sul 15-9 i suoi, poi s’accende la sfida a distanza Banin-Cavalieri per il 17-13. Cavalieri e la tabellata di Squillaci portano avanti la Fortitudo sorpassata sul definitivo 21-20 dal solito Banin coi liberi a fine primo quarto.

Nel secondo quarto un bel reverse di Furlan proteggendosi dal ferro annulla il secondo vantaggio nero verde di Bellomo. S’abbassa il punteggio ospite, ottimo l’impatto sulla gara di Faye (in doppio tesseramento con l’Orsa di C) e il reggino Surace che risulterà un’addizione decisiva. In una lotta sottocanestro ad avere la peggio è Furlan che cade male su una caviglia nel groviglio con Cavalieri. Due le triple per il mancato giocatore del Cocuzza e Castanea proteso sul 37-29. La Fortitudo, pur provando la reazione, accusa il colpo e cinque punti del pavese Banin (con tripla da metà campo alla sirena lunga) fissano il punteggio sul 47-32 al 20′.

Alla ripartenza Cavalieri mette il piazzato (26 alla fine) ma si vede fischiato un fallo tecnico e l’intensità nel clima aumenta. Quattro punti del regista Banin non fanno notizia ed il Castanea con un passo spedito ed un gioco bilanciato si porta coi liberi di Caroè e il canestro di Tilev sul 54-36. Da questo momento partirà la lenta ma insorabile rimonta fortitudina con Faye e Cavalieri lo scorso anno compagni al Basket School. Tilev sfrutta esperienza e fisico e realizza quattro punti per il 58-40. La Fortitudo riparte con la tripla di Lanza e i tre punti di Bellomo risalendo a meno dodici (58-46) ma il finale è tutto gialloviola con un canestro dall’angolo di capitan Frisone e i liberi di Rizzo (62-46 al 30′).

Ultimo quarto in cui ci si gioca il tutto per tutto. Buono l’impatto per Barlassina e Bellomo (16 per lui), Banin confeziona di forza il più 14 ma dopo tre minuti di frazione Tilev chude la gara per falli. Qui la Fortitudo inceppa il gioco dei locali con un maxi break di 5-16 passando dal 64-50 al 69-66. Cavalieri e Bellomo si caricano la squadra sulle spalle col secondo costretto ad uscire nella volata finale. Dopo il più dieci di Surace (ottimo esordio in gialloviola) tocca ad Alu col jumper ridare fiato ai suoi compagni. Cavalieri nel finale non sbaglia nulla e con un gioco da tre punti riporta a stretto contatto i compagni. Castanea in affanno nel settore lunghi (Furlan out per accertamenti in ospedale e Tilev per falli). Alu realizza due liberi importanti nell’ultimo minuto e mezzo di gioco, Squillaci è l’ultimo a mollare ma un libero di Caroè e due di Calarese fissano la sfida sul 74-68. Grande gioia in casa Castanea per essere riusciti a partire col piede giusto contro una squadra che dirà la sua in stagione. Nell’attesa di avere notizie certe sulle condizioni dell’ala croata Furlan tra sette giorni la squadra peloritana osserverà il primo turno di riposo stagionale imposto dal campionato di serie D prima di replicare al PalaRitiro contro la Virtus Trapani per provare ad allungare la serie.

 

Castanea Basket 2010-Fortitudo Messina 74-68

Parziali: 21-20; 47-32; 62-46; 74-68

Castanea: Calarese 12, Rizzo 2, Frisone 2, Caroè 6, Bonanno, Furlan 7, Banin 25, Diallo Alu 5, Campanella ne, Surace 8, Tilev 7. All. Frisenda.

Fortitudo: Lanza 4, Bonfiglio, Squillaci 13, Cavalieri 26, Barlassina 3, Adorno 2, Bellomo 16, Sturniolo, Trovatello ne, Faye 4, Mantineo ne. All. Baldaro.

Arbitri: Centorrino e Ferrara.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su