Breaking News
Home / Cultura / Biscotti di pasta garofanata: la ricetta originale messinese
Biscotti di pasta garofanata: la ricetta originale messinese

Biscotti di pasta garofanata: la ricetta originale messinese

I biscotti di pasta garofanata, comunemente conosciuti come “scardellini” o “ossa di morto”, sono tipici dolci del periodo della commemorazione dei defunti.

Croccanti dolcetti della tradizione gastronomica siciliana, assumono nomi differenti a seconda delle zone di produzione. Se a Palermo vengono spesso chiamati Mustazzoli, in altre località della Sicilia sono conosciuti come Scardellini o Paste di Garofano.

Nella tradizione di Messina chiamati anche Ossa di Morto, – Ossa i Mortu, nella versione dialettale – o Morticini Messinesi, sorprenderanno per la loro semplicità, la loro forma e un piccolo segreto legato alla preparazione.

Ingredienti:

300 grammi di farina per dolci
300 grammi di zucchero semolato
6 grammi di chiodi di garofano in polvere
1\2 cucchiaio di cannella in polvere
75 grammi di acqua

Preparazione:

In un pentolino riscaldare l’acqua e, quando sta per giungere a bollore, spegnere la fiamma, aggiungere lo zucchero e fare intiepidire un po’. Non necessariamente lo zucchero deve sciogliersi del tutto.

In una planetaria o impastatrice, aggiungere la farina, la cannella, i chiodi di garofano in polvere, versare a filo lo sciroppo precedentemente ottenuto e miscelare bene gli ingredienti, fino a raggiungere un composto omogeneo, liscio e sodo. La pasta ottenuta dovrà essere morbida.

Su un ripiano infarinato formare dei salsicciotti, tagliandoli a forma di un osso. Coprire i biscotti ottenuti lasciando asciugare per almeno 3-4 giorni, su una teglia rivestita con carta da forno.

Trascorso questo tempo, bagnare la base delle ossa di morto con acqua e trasferirli su una teglia rivestita con carta da forno inumidita.
Infornare a 180 gradi, per 10-15 minuti, fino a che lo zucchero che cola al di sotto dell’involucro bianco non si sarà ben caramellato, avendo cura di disporre i biscotti ben larghi. Terminata la cottura, estrarre la teglia e lasciare raffreddare i dolcini a temperatura ambiente e servire a tavola.

 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su