Home / Politica / Comune / Il nuovo tram a Messina, De Luca: “Questa la situazione!”
Il nuovo tram a Messina, De Luca: “Questa la situazione!”

Il nuovo tram a Messina, De Luca: “Questa la situazione!”

Si è svolta una riunione atta a definire strategie idonee al “trasporto di massa” per il futuro e per definire le azioni utili a reperire fondi attraverso la partecipazione ai bandi europei, sia nazionali che regionali.

L’incontro si è svolto alla presenza del Sindaco, Cateno De Luca; del Vice Sindaco; del Dirigente della Mobilità del Comune e dei vertici dell’ATM.

A seguito dei sopralluoghi da lui personalmente condotti, l’ing.Giovanni Mantovani, avendo rilevato criticità oggettive del tracciato del tram attualmente in circolazione, ha prospettato opportune proposte, in qualità di professionista nel settore dei trasporti ad impianti fissi (ferrovie, metropolitane, tramvie, sistemi innovativi), nonché di Presidente nazionale della AIIT (Associazione Italiana per l’Ingegneria del Traffico e dei Trasporti).

“Si è tracciato un orizzonte temporale di lungo respiro (circa quindici anni) – dice De Luca – che vedrà una prima fase atta alla analisi dello stato di fatto (utilizzando anche strumenti pianificatori in corso di elaborazione quali il PUT ed il PUMS) con conseguente elaborazione di un progetto alternativo all’attuale linea tramviaria (zona Cortina del Porto, Zona Complesso Palano, Viale della Libertà pressi Fiera), partecipazione al bando nazionale, già programmato, in scadenza ad ottobre 2019.”

Nell’immediato, si provvederà alla manutenzione straordinaria della attuale infrastruttura intesa in senso lato, – questo si prospetta – mettendo in campo i fondi già disponibili per questa attività. Tale attività progettuale, effettuerà una previsione degli scenari di riferimento e si baserà sulla simulazione complessiva del sistema dei trasporti comunale (metroferrovia, bus, car sharing, ecc.), utilizzando gli strumenti a disposizione dell’Amministrazione ed eventualmente integrando tali sistemi con altri da acquisire.”

Tale simulazione – dice- consentirà di costruire un insieme di indicatori di domanda ed offerta, coerente con le esigenze di valutazione con orizzonte temporale a quindici anni.”

È emersa fortemente la necessità di “pianificazione strategica dei trasporti” in un periodo medio. Vi sarà la possibilità di revisionare le scelte pregresse, il Project Review, in base al cambiamento delle condizioni di mercato e di possibili, eventuali errori di valutazione (domanda di mobilità, scenario infrastrutturale di riferimento, quadro urbanistico di riferimento, ecc.).

Fotografia tratta da Facebook.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su