Home / Cronaca / Al Cirs di Messina per la “Giornata internazionale contro la violenza di genere”
Al Cirs di Messina per la “Giornata internazionale contro la violenza di genere”

Al Cirs di Messina per la “Giornata internazionale contro la violenza di genere”

La violenza sulle donne non è un problema solo femminile. E’ un problema degli uomini. Da questa premessa si sviluppa la manifestazione voluta dal Cirs Onlus di Messina per la Giornata internazionale contro la violenza di genere che si svolgerà il 25 novembre.

Sarà un omaggio in arte, musica e parole di sei uomini, sei testimonianze al maschile per dire ancora una volta no alla violenza e riflettere insieme per combattere quel lato oscuro dell’uomo che miete sempre più vittime.
All’iniziativa, a partire dalle ore 17.30, nella sede del Cirs di Messina, in via monsignor Francesco Bruno, 22 (alle spalle del Palacultura), partecipano il regista Vincenzo Tripodo, che porterà in scena con le attrici di ActorGym tre monologhi di “Nessun’altra mai”, eccellente lavoro teatrale frutto di una attenta ricerca che parte dal libro di Serena Dandini “Ferite a morte”, ma anche il campione olimpico della pallanuoto e testimonial del Cirs Massimo Giacoppo, Fabrizio Palmieri, avvocato e scrittore, autore del libro “Di amori diversi” edito da Ad Est dell’Equatore, il pianista filosofo e musicologo Cesare Natoli, il musicista Giacomo Farina, storico esponente dei Kunsertu ed il maestro pasticcere Lillo Vinci che inviterà tutti ad essere “più dolci con le donne”. Il pastry chef, messinese che si è classificato al primo posto del premio regionale Goloasi e al secondo del Premio nazionale per il migliore panettone d’Italia, sarà infatti protagonista di uno show cocking davanti ai partecipanti alla manifestazione.

Insieme a loro, il contributo della musicista Mariachiara Millimaggi, dell’ensemble Glorius4, che affiancherà Giacomo Farina in una esibizione, l’attore Michele Falica della scuola On Stage di Paride Acacia per il reading del libro “Di amori diversi” e la scenografa Francesca Cannavò che provvederà ad una installazione sul tema della non violenza nella Casa delle donne del Cirs. L’installazione interesserà anche l’area antistante e la scalinata che congiunge con la via XXIV Maggio, una delle sette scalinate più belle della città. Saranno esposte anche le immagini della fotografa d’arte Martha Micali scattate all’interno della Casa delle donne del Cirs. Si tratta di immagini che sono state oggetto di una mostra al Teatro Vittorio Emanuele di Messina a giugno 2018 e che hanno attirato l’attenzione anche dell’associazione Doppiadifesa di Michelle Hunziker meritando una recensione nel sito ufficiale.

Una pluralità di voci e di talenti, dunque, per celebrare la ricorrenza del 25 novembre con la speranza e il sorriso, per ribadire che un cambio di ottica in grado di trasformare “il maschile” da problema a risorsa nella lotta contro la violenza è possibile.

Ci sarà spazio anche per analizzare, da diverse angolazioni, le ragioni e le motivazioni che “spiegano” i comportamenti violenti degli uomini ma ci sarà spazio soprattutto per parlare dei progetti delle donne della Casa Famiglia del Cirs che quest’anno potranno contare nelle borse lavoro finalizzate al loro recupero e reinserimento. I progetti saranno illustrati dal presidente nazionale e provinciale Maria Celeste Celi, in piena campagna #1CASAPERILCIRS finalizzata all’acquisto dello stabile che ospita la Casa Famiglia.

Maria Celeste Celi, proprio di recente, ha incontrato nella sede del Ministero alla Famiglia, il sottosegretario di Stato Vincenzo Zoccano con il quale sono state gettate le basi per un tavolo tecnico sui temi della prevenzione in tutti i settori del sociale, soprattutto quello della violenza di genere.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su