Home / Politica / Circoscrizioni / Messina, urge un’isola pedonale
Messina, urge un’isola pedonale

Messina, urge un’isola pedonale

La richiesta unanime è quella dell’istituzione di un’isola pedonale “degna di questo nome”. A proporne l’ultilità sono i due consiglieri, Alessandro Cacciotto e Libero Gioveni.

Si tratta di una questione ampiamente discussa e controversa in città. L’isola pedonale attuale “non può certamente essere considerata tale riducendosi, sostanzialmente, nella mera superficie di Piazza Cairoli.”

“Non può riaccendersi il dibattito sull’isola pedonale ogni qualvolta si avvicinano le festività natalizie, anche perché si rischia di sminuire fortemente il significato della stessa isola pedonale, funzionale tutto l’anno alla qualità della vita dei cittadini.” – dice Cacciotto.

“Personalmente – prosegue – credo che il Viale San Martino sia una soluzione ottimale, naturale prolungamento di Piazza Cairoli, attraversata dal tram. Un isola pedonale che caratterizzi Messina 365 giorni l’anno, che veda i commercianti, e non solo, protagonisti assoluti, che dia immagine di una città votata anche alla cura del tempo libero, del commercio, dell’intrattenimento.”

Cacciotto, consigliere della III Circoscrizione, propone pertanto un’isola pedonale permanente, funzionale.

Utile, a suo avviso, anche al parcheggio “Zaera”a Villa Dante, “dove si parcheggia in realtà assai raramente per la poca funzionalità. Al contrario, chi proviene dalla zona Sud, con l’isola pedonale permanente e, dunque, l’impossibilità di attraversare il centro città in macchina”.

Libero Gioveni, Presidente della Commissione Viabilità del Consiglio Comunale, che rientra tra i 14 firmatari della proposta di pedonalizzare il viale San Martino, anticipa che con grande probabilità si terrà mercoledì pomeriggio una seduta straordinaria della I Commissione per fissare la certezza che l’Amministrazione istituisca un’isola pedonale natalizia.

“A pochi giorni dall’avvio del periodo natalizio, – dice – non si può lasciare migliaia di cittadini pro-isola a bagnomaria senza sapere se per i 30 giorni più attesi dell’anno potranno godere o meno di uno spazio pedonale definitivo e duraturo nel tempo.”

“In questi giorni in cui, pur con il più urgente e attualissimo tema del “salva Messina”, – insiste il Presidente della Commissione mobilità – abbiamo potuto cogliere come il tema della pedonalizzazione sia parecchio sentito dalla cittadinanza, alla quale questo Consiglio Comunale, quindi, prossimamente ha il dovere di restituire uno spazio pedonale definitivo e duraturo nel tempo.”

Nonostante il pressante impegno incentrato sul “Salva-Messina”, si ritiene importante restituire ai cittadini uno “spazio pedonale definitivo e duraturo nel tempo.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su