Home / Società / Sanità / Assassinata dal marito: a lei verrà intitolata una sala a Messina
Assassinata dal marito: a lei verrà intitolata una sala a Messina

Assassinata dal marito: a lei verrà intitolata una sala a Messina

Si è celebrata oggi la giornata internazionale contro il femminicidio, tema particolarmente sentito perché diffuso a macchia d’olio, mentre si concretizza sempre più in frequenti fatti di cronaca.

Per questa occasione la Questura di Messina è impegnata nell’organizzazione di un evento molto speciale, in ricordo di Omayma Benghalaum, giovane donna di origini tunisine, madre e mediatrice culturale presso l’Ufficio Immigrazione, assassinata dal marito nel settembre di tre anni fa.

Il questore della Provincia di Messina, Mario Finocchiaro, unitamente all’associazione FIDAPA di Messina, condurranno la cerimonia di intitolazione della “Sala audizioni protette” ad Omayma.

Nel corso della manifestazione si parlerà di lei con chi ebbe modo di conoscerla e a coloro i quali avrebbero voluto conoscerla; ne verrà ricostruita la vita professionale e privata.

Ci si interrogherà su ciò che è cambiato, da allora ad oggi; sul perché la sua vita è stata spezzata a soli 34 anni; su cosa facciamo per impedire che si mietano altre vittime.

L’appuntamento, fissato nella giornata di martedì 27, alle ore 10:15, si terrà, presso il complesso di Polizia “Calipari”, alla presenza e con la partecipazione di tanti amici, anch’essi impegnati nella stessa battaglia.

L’invito è rivolto a chiunque abbia qualcosa da dire ad Omayma ed a tutte le donne che quotidianamente subiscono violenza. #Questononèamore, l’hashtag lanciato dalla Polizia di Stato

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su