Home / Cultura / A tavola con gusto: risotto agli asparagi selvatici
A tavola con gusto: risotto agli asparagi selvatici

A tavola con gusto: risotto agli asparagi selvatici

L’asparago selvatico pungitopo, in dialetto “spina pulici” pianta sempreverde della macchia mediterranea il cui germoglio o turione, di colore bruno-violaceo spunta in primavera dal terreno di rami spinosissimi, si prepara in cucina come l’asparago coltivato, ma ha un sapore più amarognolo. Sapore, però addomesticato dall’antica lavorazione della cucina romettese, in provincia di Messina, al punto di sfornare numerose varianti di ricette gastronomiche che soddisfano i palati più raffinati.

L’asparago selvatico pungitopo risulta da sempre l’elemento fondamentale della cucina siciliana e in particolare quella romettese, perlopiù in occasione della rinomata “Sagra”. Un tradizionale appuntamento che ogni anno coinvolge tutta la comunità di San Cono, un piccolo centro che sorge sulle pendici della collina di Rometta.

La pianta cresce in abbondanza nel territorio di Rometta ed è ingrediente di molte ricette della cucina locale. Noto per le sue proprietà terapeutiche è, da sempre, utilizzato nella preparazione di infusi e sciroppi e pietanze particolari, tra cui il gustosissimo risotto.

Il risotto agli asparagi è un primo piatto delicato, in cui il riso mette bene in risalto il sapore unico degli asparagi.

Ingredienti per 4 persone:

500 g di asparagi

½ cipolla

Alcuni rametti prezzemolo

Parmigiano grattugiato (opzionale)

Sale q.b

Pepe q.b.

Olio evo tre cucchiai da tavola

400 g di riso per risotti

Brodo (preparato con acqua e 1 dado per brodi vegetali biologici)

Preparazione:

Pulite gli asparagi e lessateli in acqua bollente salata.
Tagliate le punte di asparagi e tenetele da parte. In un tegame fate soffriggere la cipolla affettata finemente con tre cucchiai d’olio a fiamma bassa. Una volta appassita la cipolla, aggiungete il riso e fate tostare alzando la fiamma. Unite gli asparagi a pezzetti e mescolate. Fate cuocere a fuoco dolce, aggiungendo il brodo messo da parte, come si procede per un normale risotto, per circa 45 minuti.
Servite a tavola con formaggio grattugiato a parte.

Il risotto con asparagi ha un gusto delicato, al momento di gustarlo non sommergetelo con il parmigiano, se proprio non ne potete fare a meno limitatevi ad un leggerissima spolverata.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su