Home / Cultura / Consegnato al Governatore Lions Sicilia, Vincenzo Leone il libro “PIRATERIE”di Francesco Pira
Consegnato al Governatore Lions Sicilia, Vincenzo Leone il libro “PIRATERIE”di Francesco Pira

Consegnato al Governatore Lions Sicilia, Vincenzo Leone il libro “PIRATERIE”di Francesco Pira

I diritti d’autore del volume edito da Medinova, fresco di stampa, scritto dal sociologo e giornalista, . saranno devoluti per l’acquisto di vaccini contro il morbillo per i bimbi del terzo mondo tramite la LCIF

E’ stato consegnato dal professor., Francesco Pira, sociologo, giornalista e autore di “ PIRATERIE – riflessioni brevi di vita social” (Medinova pp. 136, euro 11), una delle prime copie tirate, al Governatore Lions del Distretto 108YB, dottor Vincenzo Leone. L’autore infatti ha deciso di devolvere i diritti alla LCIF Lions Club International Foundation per destinarli alla lotta contro il morbillo e quindi per l’acquisto di vaccini nell’ambito della Campagna 100. Ancora una volta la cultura al servizio della solidarietà. Pira che tra l’altro è Direttore Responsabile della Rivista Lions Sicilia, ha scelto di devolvere i proventi del libro proprio per dare “un segnale forte in questo momento in cui sui vaccini si è abbattuta una campagna denigratoria orchestrata attraverso l’uso di fake news”.
Il nuovo e ultimo libro del sociologo che è professore di comunicazione e giornalismo all’Università di Messina raccoglie 81 articoli, pubblicati dal 17 gennaio 2017 al 16 settembre 2018, sul quotidiano “La Sicilia” in un’apposita rubrica, denominata PIRATERIE, (giocando anche sul cognome dell’autore) che ogni domenica si è meritata la Terza Pagina del giornale. E’ il primo volume che Pira pubblica con Medinova, l’intraprendente casa editrice di Favara, presieduta da Antonio Liotta. I due sono legati da una forte e solida amicizia che si è concretizzata anche in eccellenti collaborazioni culturali. La copertina è già tutto un programma. Appare la faccia di un PIRATA dagli occhi buoni magistralmente disegnato da uno dei più grandi artisti siciliani, Nicolo D’Alessandro, palermitano collaboratore di Repubblica, vero Maestro d’arte ed eccellente intellettuale. E’ riuscito a nascondere dietro la faccia di questo PIRATA l’autore, giocando con il suo cognome. La foto della quarta di copertina di Pira è di una bravissima fotografa ed autrice di reportage straordinari in giro per il mondo, la taorminese Lidia Bolognari.
Il testo è suddiviso in dodici sezioni che sottolineano i tratti salienti del mutamento sociale in atto, commentando gli articoli che vengono riportati, in modo da offrire per ogni macro-area una chiave di lettura per mezzo della quale invitare il lettore a riflettere sui suoi comportamenti e in questo modo magari porsi in maniera critica nei confronti delle nuove tecnologie e della rete.
“Ho ritenuto utile il contributo che da giornalista oltre che da studioso e ricercatore -afferma Francesco Pira-, ho potuto offrire attraverso degli articoli che siano capaci di restituire in modo semplice ed immediato gli oggetti delle mie ricerche così da scattare delle istantanee sulla nostra quotidianità, focalizzando l’attenzione su temi di grande interesse e che condizionano, seppure noi spesso non ne abbiamo consapevolezza,i nostri comportamenti e la nostra esistenza non solo di singoli individui, ma soprattutto le relazioni interpersonali”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su