Home / Sport / Altri sport / Paraplegia: “punto di partenza e rinascita. Non arrendersi mai”
Paraplegia: “punto di partenza e rinascita. Non arrendersi mai”

Paraplegia: “punto di partenza e rinascita. Non arrendersi mai”

Un incidente automobilistico, oltre a stravolgere l’esistenza, interrompe l’abituale flusso per determinare l’inizio di una nuova vita, fatta delle stesse cose di sempre, ma caratterizzata da modalità alternative.

È accaduto, tra tanti, a Roberta Macrì, di essere travolta da un evento tale, all’età di 22 anni (era l’anno 2011) e di non essersi lasciata sconvogere ma, dopo un breve stop, di aver rispolverato le proprie passioni, mettendosi costantemente alla prova, ritornando in carreggiata.

Una paraplegia ‘rivisitata e corretta’, in cui la sedia a rotelle costituisce e rappresenta le proprie gambe, rendendo possibile il superamento di limiti e barriere altrimenti invalicabili.

Da allora il messaggio che divulga è inequivocabile: “Non arrendersi mai dinnanzi alle avversità – dice – alle difficoltà cui la vita ci pone, e sottopone, ogni giorno.”

Roberta danza in carrozzina (wheelchair dance) e, da tre anni, pratica la disciplina del Para Powerlifting della FIPE, disciplina nella quale, domenica 18 novembre, si è distinta al PalaJonio, all’edizione 2018 dei Campionati Italiani, ricevendo la medaglia d’oro; oltre ad impegnarsi in svariati ambiti.

Ormai divenuta un’atleta, è stata insignita con la Coppa Italia 2018, svoltasi ad Olgiate Comasco lo scorso 25 marzo, conseguendo un terzo oro consecutivo e migliorando il suo record italiano di 35 chili dell’anno scorso, che lei stessa aveva raggiunto, alzando in questa competizione 40 chili.

A Militello in Val di Catania, il 9 dicembre, in occasione dei Campionati regionali di tale disciplina, non si accontenta della sola medaglia d’oro ed alza ben 45 chili, realizzando un nuovo record per la sua categoria, con la gioia di tutta la squadra, la “Pol.Dil.Giuseppe Primo”, che vanta atleti provenienti da tutta Italia.

“Roberta Macrì, un portento della natura, un esempio, un monito per noi tutti, ha fatto della sua paraplegia il suo punto di partenza, la sua…Rinascita.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su