Home / Società / Emergenza abitativa: 1000 famiglie attendono invano da 7 mesi la graduatoria
Emergenza abitativa: 1000 famiglie attendono invano da 7 mesi la graduatoria

Emergenza abitativa: 1000 famiglie attendono invano da 7 mesi la graduatoria

Dopo la consegna dei 46 alloggi di Camaro Sottomontagna e l’ormai imminente consegna dei 50 alloggi di villaggio Matteotti, il consigliere comunale, Libero Gioveni, sollecita l’amministrazione comunale, a pensare immediatamente di varare un’altra importante graduatoria relativa a 25 alloggi da assegnare (aumentabili a 50) che di fatto risulta ancora allo stato embrionale: quella dell’emergenza abitativa o, per meglio dire, dell’assegnazione di alloggi popolari, il cui bando, varato dopo ben 5 anni di assenza, è scaduto il 28 maggio scorso e che ha raccolto circa 1000 istanze.

Il consigliere comunale Libero Gioveni torna a sollecitare questo provvedimento atteso da ben 7 mesi per il quale ritiene non si sia data la giusta attenzione.

“Non è pensabile continuare a lasciare a ‘bagnomaria’ centinaia di famiglie che vivono in condizioni di estremo disagio sociale e abitativo e che non necessariamente risiedono in zona risanamento” afferma Gioveni, che quindi intende nettamente distinguere il risanamento dalle politiche abitative.

“Sono famiglie – ricorda il consigliere – che hanno, per esempio, ricevuto uno sfratto esecutivo non per morosità, un’ordinanza di sgombero, oppure che hanno disabili gravi in alloggi fatiscenti o che dispongono da parte dell’Asp di certificati di antigienicità, oppure ancora che si trovano in condizioni di sovraffollamento”. 

“Pertanto – conclude Gioveni – l’amministrazione non perda più tempo a dare anche questo genere di risposte, nel rispetto di chi tutt’oggi si trova in condizioni di criticità al pari di chi, legittimamente, ha da poco festeggiato la tanto attesa consegna di una dimora dignitosa”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su