Home / Società / Sanità / Lettera aperta alla ministra della Sanità, Giulia Grillo: NO alla schedatura degli scienziati
Lettera aperta alla ministra della Sanità, Giulia Grillo: NO alla schedatura degli scienziati

Lettera aperta alla ministra della Sanità, Giulia Grillo: NO alla schedatura degli scienziati

Un vero e proprio caso politico l’inchiesta, condotta dai pentastellati, sui trenta membri nominati dal Consiglio superiore di Sanità con precedenti politici, “una verifica sulle precedenti nomine”. Giulia Grillo, attuale ministra della Salute, in qualità di membro del” Governo del cambiamento”, scioglie il Consiglio Superiore della Sanità (CSS) e rimuove Roberta Siliquini dal ruolo di presidente, dal 2014, del suddetto Consiglio. “Non ho mai avviato un dossieraggio – dice – (e mai lo farò). Mi interessava semplicemente capire, in vista di nuove nomine, qualche nota di rilievo pubblica di cui non ero a conoscenza. […] Serve nuova linfa, coinvolgere personalità rimaste ai margini”.

A questa decisione si ricollega una lettera del Presidente regionale CCSVI Sclerosi Multipla, Gianfranco Pistorio, della quale proponiamo il testo integrale.”Apprendiamo con molto stupore che l’attuale Ministro della Sanità, Giulia Grillo, ha chiesto la schedatura degli scienziati del Consiglio Superiore della Sanità. Mi domando onestamente a cosa possa servire questa schedatura, cosa vuol dire che uno scienziato se ha un orientamento politico, o culturale diverso, non può essere di aiuto alla ricerca e alla scoperta di eventuali soluzioni alle varie patologie sanitarie che affliggono la nostra società? Mi spieghi gentile Ministro se uno di questi scienziati avesse la possibilità di trovare una cura per la Sclerosi Multipla, però magari ha idee culturali opposte alle Sue, che farà? Gli impedirà di aver accesso alla divulgazione della cura? Lo epurerà, o lo farà espatriare? Gentilissima ministra, Giulia Grillo, la prego di incentivare i suoi sforzi all’incentivazione sulla ricerca, a supportare sempre più gli scienziati al di là del loro orientamento culturale. Con Grande speranza, Gianfranco Pistorio”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su