Home / Società / Ignatianum, la comunità filippina rinnova le cariche: presente il console onorario
Ignatianum, la comunità filippina rinnova le cariche: presente il console onorario

Ignatianum, la comunità filippina rinnova le cariche: presente il console onorario

Un palco ben allestito con la scritta “ACF Oath taking“, che testualmente significa “presa del giuramento”, come spiega il responsabile del movimento sportivo, Angelo Minissale (Cavaliere filippino Ordine Rizal) “di un’associazione sportiva dilettantistica, culturale e sociale per il rinnovo del suo presidente.Nuovo presidente in carica è Miriam Macabeo.

Numerosi gli ospiti d’onore invitati all’incontro-evento, i quali hanno dato il via ad una carrellata di interventi, tra i quali il delegato CONI Messina. A ciascuno è stata consegnata una targa.

A prendere la parola è Fabio Morabito, Presidente dell’associazione culturale “Radici”, costituitasi sabato 12 gennaio. “Sono orgoglioso di essere stato invitato a questo evento. Noi ieri abbiamo costituito un’associazione culturale. Speriamo di poter confluire nella medesima battaglia e con i medesimi obiettivi.

Benaugurale l’intervento dell’avvocato, e consigliere, Alessandro Cacciotto: “Che questa nuova associazione possa dar lustro alla città di Messina.” Accogliente, dal canto suo, il consigliere V Circoscrizione, Maurizio Di Gregorio: “Sono vicino a voi, – ha detto – non faremo altro che portare la vostra voce sia come associazione che come unione politico-culturale.”

Angelo Minissale ha poi spiegato: “Questa associazione è anche votata alla solidarietà, all’unità e allo sport, che è la parte sana della società. Siete l’esempio di cosa vuol dire inserimento e vi abbiamo conosciuto soprattutto sull’aspetto della solidarietà.

Tra gli ospiti anche Fulvio Lorenzetti, il quale ha tenuto a precisare che “La festa di giuramento di questa associazione di cittadini filippini è al di fuori delle questioni immigratorie. Rappresentate un ponte tra il vostro paese e l’Europa. – ha detto – L’Italia resta un paese aperto alla gente che merita.

Si è detto “molto contento” l’avv.Francesco Mortelliti, console onorario per la Calabria e la provincia di Messina, di essere rappresentante della comunità filippina, ben radicata nel tessuto produttivo e nel territorio messinese. “Sono qui per augurare un buon lavoro e che riusciate a favorire l’integrazione. Il consolato che mi onoro di rappresentare è molto incline all’integrazione nel tessuto italiano.

La missione consolare, che si terrà i primi di febbraio, – ha spiegato – vedrà il rinnovo dei passaporti e di tutti i servizi consolari necessari. Ci hanno dato una sede molto prestigiosa, tra l’altro bellissima, che è Palazzo Zanca. Non esitate a rappresentarci le vostre esigenze, senz’altro verranno ben accettate!

A portare i saluti del sindaco De Luca, assente perché impegnato in provincia, l’assessore Dafne Musolino.”Sono qui ad esprimere i vivi apprezzamenti alla vostra comunità, molto operosa. C’è una vicinanza della cittadinanza messinese a voi. Io non posso che rinnovare l’invito del console onorario ad esporre le vostre necessità, in particolare nel mio ufficio del mio assessorato. Il referente sarò io stessa – ha chiarito – insieme al console generale.

Ad animare l’intero pomeriggio gruppi musicali e di ballo. Non è mancato un ricco e variegato rinfresco, offerto a tutti i presenti, con piatti italiani e prelibatezze asiatiche.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su