Home / Cronaca / Per non dimenticare: 15 gennaio 1998, il giorno di Matteo Bottari
Per non dimenticare: 15 gennaio 1998, il giorno di Matteo Bottari

Per non dimenticare: 15 gennaio 1998, il giorno di Matteo Bottari

Era il 15 gennaio del 1998 quando Matteo Bottari venne ucciso da proiettili esplosi con un’arma da fuoco, mentre stava rientrando a casa a bordo della sua auto. Professore stimatissimo, un eccellente medico del Policlinico Universitario, amato dagli studenti e apprezzato nell’ambiente. L’omicidio sconvolse la città di Messina. Genero dell’ex rettore D’Alcontres era il pupillo del rettore dell’epoca, Cuzzocrea e l’omicidio fece accendere i riflettori nazionali sull’Ateneo.

Da quel giorno associazioni Atreju e Vento dello Stretto continuarono a ricordarlo, accendendo fiaccole, organizzando manifestazioni per chiedere la verità e giustizia.

L’anno scorso l’ex presidente dell’Ersu (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) Fabio D’Amore ha intestato la Casa dello Studente allo stimato gastroenterologo, realizzando una targa. Nel 2018 il neo rettore Salvatore Cuzzocrea gli ha intitolato l’aula magna del Palacongressi del Policlinico Universitario. 

Sono passati ben 21 anni dall’assassinio di Matteo Bottari: il delitto non ha ancora un mandante, un movente, né esecutori materiali.

Lascia un commento

Torna su