Home / Politica / Amianto abbandonato per strada: la convenzione di raccolta è scaduta il 2 maggio scorso
Amianto abbandonato per strada: la convenzione di raccolta è scaduta il 2 maggio scorso

Amianto abbandonato per strada: la convenzione di raccolta è scaduta il 2 maggio scorso

Nella mattinata odierna il consigliere comunale Libero Gioveni ha presentato un esposto all’Asp (Azienda Sanitaria Provinciale), a seguito di una sua indagine da cui è emersa una presenza diffusa, soprattutto in alcune zone della periferia cittadina, di lastre di eternit e vecchi serbatoi in amianto abbandonati ai bordi delle strade ed a ridosso dei cassonetti. Alcuni di essi in frantumi, con il conseguente aggravio per la sicurezza dei cittadini.

In aggiunta a ciò, lo stesso Gioveni dichiara di aver sostenuto, nei giorni scorsi, un colloquio con i responsabili della MessinaServizi da cui è emerso che la convenzione che consentiva alla società di prelevare e smaltire l’amianto proveniente dal territorio comunale risulta scaduta dal 2 maggio scorso.

Successivamente, il consigliere mette in evidenza un ulteriore elemento emerso dalle sue osservazioni: il mancato prelievo delle carcasse in decomposizione degli animali morti lungo le strade pubbliche. Circostanza che, sebbene meno rischiosa in termini di conseguenze sulla salute pubblica rispetto alla presenza dell’eternit, certamente non contribuisce a migliorare le generali condizioni igienico-sanitarie della città.

Per questo motivo Gioveni nel suo esposto chiede all’Asp, per quanto di sua competenza, di porre in essere, nei confronti dei soggetti preposti a garantire il servizio di raccolta e smaltimento nel territorio comunale, tutte le azioni ed i provvedimenti finalizzati a garantire adeguati livelli di igiene e salubrità per tutta la cittadinanza.

Alberto Caminiti

Lascia un commento

Torna su