Home / Cronaca / Due furti e una rapina: la polizia arresta 46enne messinese
Due furti e una rapina: la polizia arresta 46enne messinese

Due furti e una rapina: la polizia arresta 46enne messinese

Noto nell’ambiente criminale come “Ciccio nano” è lui l’autore della rapina perpetrata nello scorso mese di luglio ai danni di un’anziana donna alla quale cagionava lesioni.

Le aveva strappato la collana dal collo dandosi subito dopo a precipitosa fuga nonostante i tentativi di una giovane e coraggiosa passante di bloccarlo afferrandolo per la maglietta.

Passa poco meno di un mese e Ciccio colpisce ancora asportando una bicicletta elettrica di colore rosso dalla pubblica via; l’ultimo colpo, analogo a quello appena descritto, lo mette a segno nel mese di settembre.

L’attività d’indagine si avvia velocemente, l’intervento delle Volanti è immediato così come la raccolta di indizi, testimonianze ed ogni altro utile elemento capace di individuare il responsabile.

Le immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti nei luoghi in cui si consumano i reati  aiutano gli operatori a ricostruire le fattezze dell’uomo alto circa 1,60 cm, di corporatura esile, abbigliato in modo analogo a quello descritto da chi assiste ai fatti.

Il cerchio si stringe, gli elementi raccolti convergono verso il 46enne messinese Francesco D’Amico, già noto alle forze dell’ordine.

Ad arricchire il quadro probatorio a favore della sua colpevolezza la perquisizione domiciliare che porta al rinvenimento dei capi d’abbigliamento indossati sulla scena del crimine.

Un lavoro di squadra quello dei poliziotti delle Volanti della Questura di Messina e della Procura della Repubblica del locale Tribunale, che ieri ha assicurato alla giustizia l’uomo, condotto in carcere in esecuzione dell’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal GIP.

I vestiti che aveva addosso Francesco D’Amico

Lascia un commento

Torna su