Home / Politica / Comune / Celebrata a Palazzo Zanca la Giornata Comunale dell’Anticorruzione
Celebrata a Palazzo Zanca la Giornata Comunale dell’Anticorruzione

Celebrata a Palazzo Zanca la Giornata Comunale dell’Anticorruzione

Nell’ambito delle attività dedicate alla giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, è stata celebrata oggi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, la “Giornata Comunale dell’Anticorruzione e della Trasparenza“.

L’iniziativa rappresenta un’occasione di incontro e confronto per approfondire i temi di legalità e trasparenza, elementi imprescindibili per l’attuazione delle strategie di prevenzione della corruzione e di promozione della cultura della legalità orientata sempre più verso il cittadino.
A differenza delle altre edizioni quest’anno il segretario generale Rossana Carrubba, responsabile dell’Anticorruzione e Trasparenza, ha voluto dare un profilo civico all’evento che si è focalizzato sul tema “Anticorruzione, Trasparenza e Legalità per un futuro migliore“.

Durante il saluto istituzionale il sindaco Cateno De Luca ha posto l’accento sui comportamenti dell’apparato burocratico. “Nella qualità di pubblici amministratori – ha dichiarato De Luca – stiamo portando avanti un lavoro strutturale nell’ambito del palazzo municipale e delle società partecipate, al fine di evitare che si continui a coltivare un rapporto patologico con la pubblica amministrazione“.

A seguire il segretario generale Carrubba è intervenuta sottolineando come la giornata non debba rappresentare un momento retorico, quanto piuttosto l’occasione per un approfondimento e una riflessione sui temi fondamentali legati alla vita delle istituzioni, alla loro credibilità ed affidabilità e al modo in cui i cittadini percepiscono l’istituzione stessa.

I ‘cattivi comportamenti amministrativi dell’apparato burocratico – ha commentato Carrubba – mettono in evidenza un malfunzionamento che allontana i cittadini dalle istituzioni e ne alimenta la sfiducia e il senso di impotenza. L’obiettivo comune deve essere quello di migliorare le modalità con le quali il Comune di Messina si misura con i cittadini. Al di là degli obblighi normativi, deve essere la quotidianità a fare la differenza”.

La legalità – ha concluso poi il Segretario – è un valore morale che deve permeare la società a partire dalle menti più giovani, deve diffondersi nelle scuole, tra la gente”.

All’appuntamento, oltre ad alti funzionari del settore pubblico e delle forze dell’ordine, esponenti delle società partecipate e del mondo accademico, hanno preso parte anche insegnanti e studenti delle scuole.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su