Home / Cultura / A tavola con gusto: “totani ripieni” la ricetta che profuma di mare
A tavola con gusto: “totani ripieni” la ricetta che profuma di mare

A tavola con gusto: “totani ripieni” la ricetta che profuma di mare

I totani ripieni sono una ricetta tipica della regione Sicilia, un gustoso secondo piatto (o piatto unico) molto semplice da realizzare con un gusto eccezionale.
Un nuovo piatto da preparare e gustare insieme ai vostri amici, una ricetta che vi farà viaggiare in un solo istante nei mari della Sicilia, il cui condimento può essere anche applicato per condire gli spaghetti.

Ingredienti per 4 persone
1 totano di media grandezza a persona
salsa di pomodoro
prezzemolo
una manciata di menta
capperi dissalati
pangrattato
2 uova
pepe nero
olive verdi
Aglio
Pepe nero
Olio e sale q.b
Vino bianco

Pulite i totani tagliando i tentacoli e lasciando intatta la testa che verrà farcita con il ripieno più tardi. Soffriggete in un filo d’olio evo e uno spicco d’aglio tentacoli tagliati a piccoli pezzettini. Aggiungete sale e del vino bianco e cuocete a fuoco basso. Rimuovete il pesce dalla padella e, a fiamma dolce, aggiungete altro olio, soffriggete due spicchi d’aglio, aggiungete la salsa di pomodoro con il prezzemolo tritato.

Nel frattempo, preparate il ripieno con due uova sbattute, il pangrattato o mollica, le olive tritate, la menta, il pepe nero, i capperi tritati e i tentacoli e, naturalmente olio e sale. Farcite il pesce e chiudete l’estremità con degli stuzzicadenti o, meglio, con dello spago da cucina e ago, cucendo l’apertura.

Cuocete in salsa di pomodoro per il tempo necessario utilizzando una padella con coperchio (finite la cottura e il restringimento della salsa con il totano). Potete anche cuocere il pesce in forno su di una teglia unta con olio e vino bianco (a vostra scelta). In questo caso è meglio non utilizzare l’uovo nel ripieno ma aggiungere altre erbe aromatiche come menta e basilico e delle acciughe dissalate. Per rendere il pesce più morbido, soffriggetelo per un secondo in padella per asciugarlo, prima di farcirlo e servite a tavola.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su