Home / Cronaca / È morto Franco Zeffirelli: il maestro aveva 96 anni
È morto Franco Zeffirelli: il maestro aveva 96 anni

È morto Franco Zeffirelli: il maestro aveva 96 anni

Il mondo della cultura, del cinema e del teatro italiano dice addio al maestro, Franco Zeffirelli; Gian Franco Corsi Zeffirelli all’anagrafe. Se ne va una vera icona in ambito internazionale; lavorò con i più grandi.

Spirito brillante e coinvolgente. Innamorato della sua Italia, ne aveva raccontato i vizi ed i pregi. Grande amico di Maria Callas, di cui disse: “Avevamo qualcosa in comune“. Fu confermato senatore della Repubblica con Forza Italia per due legislature, nel ’94 e nel ’96.

Si è spento, pochi minuti fa, nella sua casa a Roma, sulla via Appia, stroncato da una malattia, peggiorata negli ultimi mesi. Se n’è andato “serenamente“, riferisce la famiglia, che spiega “già la scorsa settimana aveva ricevuto l’estrema unzione“. Era assistito dai figli adottivi, Pippo e Luciano.

In punto di morte, al suo fianco anche un medico ed il parroco della chiesa di San Tarcisio, che ha compiuto la benedizione della salma.

Era divenuto un patrimonio universale degno delle sue opere; è, adesso, immortale. Aveva dedicato tutta la sua vita al lavoro, tutti i teatri sono stati i suoi palcoscenici. Unanime il cordoglio per la sua scomparsa.

Una infinita attività creativa, la sua, lo portò a ricevere grandi riconoscimenti. Tra questi, il Premio al “Genio ed Eccellenza italiana nel mondo”, consegnatogli in Senato. Il 6 aprile scorso, infatti, era stato insignito per aver rappresentato la bellezza autentica dell’arte, avendo contributo a distribuire il suo genio nel mondo. Fu, questa, la sua ultima apparizione in pubblico.

La fondazione “Zeffirelli”, che sorge nel centro storico di Firenze, rappresenta uno dei suoi obiettivi di vita raggiunti; con essa, il genio dell’arte desiderava mettere a disposizione la sua immensa produzione artistica.

Dopo la camera ardente, che si terrà lunedì in Campidoglio, e celebrato il funerale, la salma verrà conservata nel cimitero delle ‘Porte Sante’ di Firenze, la città che gli diede i natali

Lascia un commento

Torna su