Home / Cronaca / Rapina Tremestieri: in carcere anche il secondo rapinatore
Rapina Tremestieri: in carcere anche il secondo rapinatore

Rapina Tremestieri: in carcere anche il secondo rapinatore

È finito in manette anche il secondo autore della rapina, messa a segno al Centro commerciale di Tremestieri lo scorso 29 luglio. L’uomo è stato trasferito nei locali della Casa circondariale e dovrà rispondere dei reati di rapina impropria aggravata e lesioni personali.

Si tratta di Francesco Cavallaro, fratello di Piersanti Cavallaro, già arrestato dai poliziotti delle Volanti poche ore dopo il fatto. Il messinese, di anni 37, è tra i due malviventi quello risultato imprendibile all’epoca delle prime indagini.

I due ladri, all’epoca dei fatti, avevano sottratto un’autoradio del valore di circa 200 euro, riuscendo a staccare la placca antitaccheggio; una seconda placca, tuttavia, aveva fatto scattare l’allarme.

A quel punto, la fuga disperata, a bordo di un’automobile, poi abbandonata. Esito della corsa: tamponamenti e tentativo di travolgere uno dei dipendenti del negozio che aveva tentato di bloccarli; questi ha riportato una contusione ad una mano guaribile in sette giorni. 

Ricerche immediatamente attivate; ad occuparsene sono stati i poliziotti delle Volanti. Subito rintracciato, ed arrestato, uno dei due fratelli. Successivamente, alle indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica, con esse era stata decretata l’irreperibilità del complice dileguatosi, oggi arrestato.

Fondamentali si sono rivelate le immagini delle telecamere di videosorveglianza che hanno, tra le altre cose, permesso di individuare l’auto, loro intestata, al cui interno gli agenti hanno rinvenuto coltelli, arnesi da scasso ed il copricapo indossato dal Francesco Cavallaro.

Il fuggitivo è stato rintracciato nella mattinata di ieri, intorno alle ore 8:30, poi è stata data esecuzione all’ordinanza di misura cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Messina.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su