Home / Cronaca / Messina, è morto nonno Pietro: aveva 107 anni
Messina, è morto nonno Pietro: aveva 107 anni

Messina, è morto nonno Pietro: aveva 107 anni

Il signor Pietro D’angelo era originario della zona di San Michele e da circa sei anni era ospite della casa di ospitalità “Collereale”. Alla nostra domanda “Qual è il segreto della sua longevità?” prontamente aveva risposto: <<Mi sono sposato all’età di 50anni e ho lavorato sempre.>>

Reduce di ben due guerre <<Quella spagnola e quella di Mussolini>>, padre di Pippo e di Liliana, vedovo, Pietro era un uomo combattivo e accogliente, camminava ancora e non disdegnava di parlare del suo passato.

Si è spento, alcune ore fa, a seguito di una broncopolmonite, causata da una brutta infezione polmonare da cui si era inizialmente ripreso. A nulla, tuttavia, sono valse le terapie anche a base di antibiotici.

Due brutti momenti, entrambi superati egregiamente, avevano di recente fatto temere per la sua vita. Il 4 ottobre dello scorso anno gli era stato impiantato un pacemaker bilaterale; a gennaio, aveva poi riportato una frattura al femore.

Forte com’era, ancora in corso di riabilitazione fisica, il 5 marzo scorso “nonno Pietro” aveva invitato tutti a prendere parte ai festeggiamenti indetti in occasione della incredibile tappa dei suoi 107 anni.

Un ceppo longevo il suo. Il padre era venuto a mancare all’età di 96 anni, la sorella era scomparsa 94enne.

Vogliamo ricordarlo con il sorriso sulle labbra, che regalava con disarmante semplicità, e per la lucidità che lo caratterizzava a dispetto di una ormai veneranda età. Innegabili la galanteria e la signorilità che gli erano proprie. Era un uomo dotato di grande forza nel corpo e nell’animo, e disponeva di un’intelligenza fervida e di un alto senso della dignità.

Mancherai, nonno Pietro! Anche a noi che seguivamo da lontano le tue vicissitudini. Il nostro cordoglio giunga alla tua famiglia, ancora incredula. Ciao, Pietro!

Pietro D’Angelo
Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su